• Reviews
  • Annunci Usato
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Meteo
  • Carl Vader Blog
  • Viaggi
  • Tecnica
  • Forum
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!
Stampa

Maui2Molokai 2015

Inserito in News

Maui To Molokai

Alle Hawaii per tutti gli appassionati di SUP Racing il mese di Luglio è sinonimo di Downwind. E’ proprio nel mese centrale estivo dell’emisfero Nord, infatti, che si svolgono quelle che ormai rappresentano le classicissime di tale disciplina, a partire dalla Maui2Molokai.

 

Essa si dsputerà sabato prossimo 18 Luglio ed al solito sarà articolata su un percorso di circa 43 Km (27 Miglia) dalla splendida location costiera mauiana di Kapalua al porto di Kaunakakai a Molokai lungo il Pailolo Channel che separa appunto le due isole. Ricordiamo che lo scorso anno la prova era andata, per la sesta volta consecutiva, a Connor Baxter davanti a Kai Lenny e Dave Kalama. La gara femminile aveva invece visto l'affermazione a sorpresa di Devin Blish, che nell'occasione riusciva a battere la “regina del Downwind” Andrea Moller. Al terzo posto si classificava invece Talia Decoite.

Come nello scorso anno, alla gara saranno ammesse esclusivamente tavole Race delle due categorie Unlimited e 14' di serie. Da notare che le previsioni meteomarine sono al momento orientate al pessimismo. Gli Alisei, infatti, ingrediente ovviamente essenziale per le prove di Downwind hawaiiane, sono previsti al momento piuttosto deboli nel prossimo weekend, a causa di alcune tempeste tropicali che si stanno formando con preoccupante continuità nell’area. Per la loro posizione esse sono infatti in grado di indebolire, se non proprio interrompere, il normale flusso dei Trade Winds. Di questo vi parleremo comunque in un ennesimo articolo dedicato alla anomalia di El Niño che, fra i molti effetti su scala locale (tralasciando quelli globali) contempla proprio una interruzione degli Alisei. Se comunque tale scenario verrà confermato, la prova di Downwind potrebbe assumere i connotati di una Distance Race di ben 43 Km e rivelarsi quindi anche più massacrante di quanto già non lo sia con gli atleti spinti dal vento! Resta anche in piedi il “worst case scenario” che vede l’avvicinamento eccessivo di una delle tempeste tropicali. Se infatti dovesse stabilirsi una circolazione perturbata nell’area del percorso di gara, si potrebbe arrivare addirittura ad un rinvio o annullamento di quest’ultima.
Di seguito un video, girato con l’ausilio di un drone, della edizione dello scorso anno e una gallery fotografica.

M2M

e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti