• Forum
  • Annunci Usato
  • Carl Vader Blog
  • Meteo
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Viaggi
  • Tecnica
  • Reviews
Stampa

15/05/2018

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Sardegna “La Ciaccia” Parte 1
Vento: Ponente/Maestrale  12/20 Nodi
Onda: 1.5 m
Tavola: Flysurfer Radical 5 127
Ala: Flysurfer Soul 12

Dunque, come vi avevo promesso vi racconto ciò che è accaduto ieri ad un kiter della Repubblica ceca. Con il mare in burrasca costui ha ben pensato di partire da Valledoria e raggiungere Vignola in down wind. A due miglia dalla costa si è trovato in difficoltà l’ala gli è caduta e non è più riuscito a rilanciarla. Per quattro ore è rimasto in acqua. Buon per lui che a Cala Pischina erano presenti alcuni windsurfisti che, avvisati in proposito alla scomparsa del kiter, lo hanno trovato al largo quando ormai era preda dell’ipossia e stava perdendo conoscenza. Chi, come me, conosce la morfologia della costa e la potenza che la natura riversa su di essa quando entra il Maestrale forte, può facilmente comprendere la pura follia con la quale quell’individuo ha concepito la cosa. Oggi le condizioni di onda sono in scaduta ma con Marco decidiamo di andare alla Ciaccia poiché il fortissimo local Andrea Mariotti ci ha detto che lo spot lavorava discretamente. Perdiamo tempo lungo la deviazione che ci porta a Trinità D’Aguntu e verso le 14.30 giungiamo a destinazione. Le onde in alcuni sporadici set sono anche surfabili ma, mentre mio fratello decide di uscire in windsurf, a me viene una idea quanto meno  strana: uscire con il twin tip Flysurfer Radical 5 127 e la nuova ala Flysurfer Soul 12. Ebbene, capisco subito dai primi bordi che la scelta è azzeccata ponendo un tocco “crossover” alla session nella quale alterno salti piuttosto alti, manovre airstyle (board off, varial, etc.) e surfate sulle onde che frangono sul break a destra. Tra l’altro nella tarda serata, scaricando i dati dal sensore Xensr, apprendo di aver effettuato il salto più alto registrato con questo dispositivo in Sardegna. Il Flysurfer Soul 12 mi ha ancora una volta colpito quanto a performances generali, stabilità del profilo e facilità di conduzione. Si tratta di un foil che farà parlare molto di sé. Dedico a questa session due blog poiché desidero mostrarvi, tramite molte immagini, la bellezza dello spot, posto giusto a ridosso di Valledoria ed a pochi km da Castelsardo.
Aloha and Godspeed