• Meteo
  • Reviews
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Carl Vader Blog
  • Viaggi
  • Tecnica
  • Annunci Usato
  • Forum
Stampa

19/06/2021

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Sardegna Vignola
Vento: Levante 10/21 Nodi
Onda: assente
Tavola: Flysurfer Rush 137
Ala: Flysurfer Sonic 3 13 m
Surf Trip nr. 1/2021 Day 2

Palau ha un aspetto inusuale. Pochi turisti in questo periodo, davvero pochi per questo periodo e condizioni meteorologiche che in qualche modo ne spengono gli splendidi vividi colori tipici delle giornate di Maestrale. Pare davvero un luogo diverso. Il cielo è a tratti plumbeo, la temperatura calda ed umida, pare di essere a Chia quando soffia lo Scirocco eppure il vento è Levante ragion per cui decidiamo di andare a Vignola. Qui l’azione non manca, in acqua sono già presenti un discreto numero di kiters e windsurfisti. Ancora una volta scelgo il Flysurfer Sonic 3 13 m e la tavola twin tip Rush 137. La session risulta estremamente divertente e, dal punto di vista delle manovre, produttiva. Ho solo difficoltà nel gestire uno strano extra hang time nei one foot front looping ma con il passare del tempo speso in acqua “aggiusto” anche quel trick. Questa è una delle giornate tipiche che questo meraviglioso spot può offrire, sebbene il choppone renda gli stacchi a volte difficoltosi devo dire che il vento è di qualità decisamente più elevata rispetto a quello di Porto Pollo. L’unica accortezza è di non avvicinarsi troppo all’area  di mare davanti  alla Torre dove a causa dell’orografia della costa il veto risulta molto rafficato.
Aloha and Godspeed

Stampa

18/06/2021

Inserito in Carl Vader Blog

16/17 Giugno
Spot: Sardegna Porto Pollo
Vento: Ponente/Maestrale 10/25 Nodi
Onda: assente
Tavola: Flysurfer Rush 137
Ala: Flysurfer Sonic 3 13 m
Surf Trip nr. 1/2021

Finalmente inizia il primo surf trip del 2021! Sapete che sto aggiornando il mio blog  in ritardo e ho ancora molte avventure  dei mesi passati da raccontarvi, ma oggi preferisco spostare le lancette dell’orologio in avanti per passare all’attualità. L’entusiasmo è alle stelle ed il giorno 16 Giugno io e mio fratello Marco dedichiamo la mattinata alla preparazione meticolosa delle attrezzature. Le previsioni a medio e lungo termine non sono buone per la pratica del wave riding con il windsurf e quindi rinunciamo a portare le relative attrezzature. Io mi dedicherò al kite, Marco al wing. Il viaggio inizia però male con una lunga coda sulla via Pontina. Fortunatamente abbiamo un buon margine per arrivare puntuali a Civitavecchia. L’imbarco sulla Moby Tommy avviene in tempi piuttosto stretti e dopo aver preso possesso della cabina andiamo a vedere la partita Italia Svizzera nel salone bar. La presenza passeggeri a bordo non è neanche lontanamente paragonabile a quella di un normale mese di Giugno pre Covid. La notte trascorre bene ma ovviamente per non ritardare allo sbarco una volta ad Olbia occorre alzarsi molto presto. L’alba è stupenda e non possiamo fare a meno di fotografarla da uno dei ponti esterni della nave. Dopo lo sbarco  siamo lungo la strada che ci porterà a Palau dove giungiamo verso le 08.00 l’albergo è quasi vuoto, siamo in pochissimi! Trascorriamo la mattinata al disbrigo delle consuete attività tra le quali un buon caffè con gli amici. Verso le 13.00 siamo operativi, il vento soffia da Est Nord/Est ed è di intensità elevata. Andiamo a Porto Pollo dove molti praticanti di sport acquatici sono già all’opera. Ci uniamo volentieri alle danze. Marco esce in wing alla Coluccia mentre io faccio una lunga e faticosa camminata, controvento, fino alla kite beach. Purtroppo le condizioni non sono ideali per uscire con un foil kite, raffiche violentissime si uniscono a buchi di vento quasi totali. Il mio “povero” Sonic 3 13 m fa di tutto per resistere a queste “sevizie” ma mi pone non pochi problemi di controllo, sono l’unico là fuori con un foil kite. Tra l’altro la direzione del vento è alquanto particolare, raramente sono uscito al Pollo side off mure a dritta (!!!). Riesco a chiudere un discreto numero di tricks ma all’improvviso il giro da terra del vento mi costringe ad uscire in fretta e furia dall’acqua. Riesco a malapena a raggiungere la costa evitando un numero impressionante di stalli. La stanchezza accumulata con la levataccia del mattino si fa sentire e mi costerà cara quando decido di fare alcune foto a Marco che è ancora fuori con il wing. Inavvertitamente perdo i miei occhiali Oakley e nonostante faccia di tutto per ritrovarli non c’è nulla da fare. D’altronde oggi è il 17 del mese di Giugno e questo numero non mi porta bene. Una super deliziosa cena al Palau Hotel preparata dal grande Chef Roberto e la camminata lungo una Palau semi deserta conclude questa prima giornata di vacanza.
Aloha and Godspeed