• Annunci Usato
  • Viaggi
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Reviews
  • Forum
  • Carl Vader Blog
  • Meteo
  • Tecnica
Stampa

11/02/2021

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Cancun Litorale di Latina
Vento: Ponente/Maestrale 10/16 Nodi
Onda: 2m
Tavola: Brunotti Braap 2018
Ala: Airush Ultra 12 m

Session super divertente con onda ripida ed alta e scaduta di Ponente. La scelta del corretto combo tavola/ala mi aiuta non poco a massimizzare sia il tempo speso in acqua che il divertimento, potete osservare alcune scene di azione nella seconda parte di questo video:

Ovviamente praticare il wave rideing con vento leggero/moderato richiede anche una certa tecnica in particolar modo quella di eseguire un down loop di ala, durante il bottom turn, per aumentare la proiezione sul lip. La tavola deve possedere un volume adeguato ma che non ne penalizzi troppo la manovrabilità. In questo la Brunotti Braap 2018 è sicuramente tra le migliori. L’ala oltre che potente e manovrabile deve essere il più possibile leggera per galleggiare bene in aria anche nei buchi di vento ed anche in questo caso l’Airush Ultra 12 m V1 è una delle mie preferite. Lascio spazio alle immagini e per chi fosse interessato all’esame del video.
Aloha and Godspeed

Stampa

09/02/2021

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Cancun Litorale di Latina
Vento: Ponente/Maestrale 18/25 Nodi
Onda: 2.5 m
Tavola: Duotone Pro Session 5’8 2020
Ala: Duotone Neo 6 m

Ancora mare grosso e vento di forte/moderato di Ponente che gira a Maestrale durante il pomeriggio rendendo la session piuttosto difficile a causa della sotto invelatura. Le onde, nei set più grandi, superano i due metri di altezza e sul secondo break la copertura del vento, dovuta alla direzione sempre più da terra, rende la surfata poco potente a causa della mancanza di tiro dell’ala. Non è raro che debba eseguire un down loop di ala per guadagnare quella proiezione aggiuntiva su face di cui ho disperato bisogno. Proprio a causa della sotto invelatura l’applicazione delle straps alla Duotone Pro Session risulta decisiva poiché mi consente di non perdere la tavola in alcuni wipe out in uscita dalle secche. Dopo un’ora e mezza il vento subisce un calo ulteriore girando a Tramontana. Fortunatamente ero già pronto a fronteggiare questo ulteriore problema ma devo riconoscere che tornare a riva, scadendo di un centinaio di metri, con il Duotone Neo 6 che con difficoltà riusciva a volare non è stato affatto semplice ma, come direbbe il saggio, tutto è bene ciò che finisce bene. Session adrenalinica e tecnicamente davvero difficoltosa.
Aloha and Godspeed