• Viaggi
  • Meteo
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Reviews
  • Annunci Usato
  • Forum
  • Tecnica
  • Carl Vader Blog
Stampa

10/10/2018

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Latina beach Cancun
Vento: Sud Sud/Ovest 4/9 Nodi
Onda: assente
Tavola: foil combo Nobile
Ala: Flysurfer Soul 18

Quando giungo presso lo spot Cancun del litorale pontino l’intensità del vento mi pare discreta tanto da rendere possibile una session con la tavola bidirezionale ed il Soul 18. Ma, come spesso accade, entro in acqua ed il vento cala. Provo invano due volte a planare bolinando in uscita. Poi, indeciso sul da farsi, inizio ad osservare al largo alla ricerca di segni propizi ma il debole vento onshore non solo non aumenta ma subisce un ulteriore calo. Mentre rimugino a riva tipo Willy il Coyote mi viene una idea…..e se provassi ad uscire con il 18 Soul ed il foil? Ho sempre ritenuto quest’ala troppo grande per un uso HF ma forse è venuto il momento di verificare questa mia convinzione mai confutata nella pratica. E così eccomi pronto a partire con il mio combo foil Nobile. Il Soul mi da tutto il tempo di preparare la partenza, lo potenzio e: BAM! Parto a palla di cannone. Il feeling generale, sin dal primo bordo è stupendo! Il trasferimento del tiro al foil è progressivo non avverto nessun problema di controllo anche al largo dove il vento, in alcuni tratti, è un pochino più sostenuto. Davvero una gran bella sorpresa, navigo per circa 14 Km (dato GPS) senza mai cadere, ed impiego 41 Minuti per esplorare tutta la costa che va dal Topo beach a ciò che rimane del vecchio pontile della centrale nucleare ormai inattiva. Ovviamente evito di strafare e strambo in touch down; la cosa fantastica è che lo faccio in buchi di vento quasi assoluti ed in un caso, anche effettuando la transizione in slow motion rimango appeso al Soul senza cadere. Un altro aspetto che mi ha colpito di quest’ala è l’andatura di gran lasco. Qui la sua leggerezza e la grande superficie mi hanno consentito di navigare, in tutta sicurezza, anche con pochissima aria raggiungendo un angolo paragonabile a quello della andatura di poppa. Quando esco dall’acqua mi guardo intorno …..davvero ero là fuori? Le foglie degli alberi sono ferme, la superficie dell’acqua sembra olio. Pazzesco!
Aloha and Godspeed

Stampa

09/10/2018

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Latina beach Cancun
Vento: Sud Sud/Ovest 4/7 Nodi
Onda: assente
Tavola: foil combo Nobile
Ala: Flysurfer Soul 15

Praticando il kite foiling si tende ad evitare l’uso di ali grandi e si pensa, a volte erroneamente, che basti un 12 per uscire in condizioni ultra marginali. Intendiamoci, con vento side shore, si può anche provare ad uscire di molto sotto invelati. Ma se il debolissimo vento, come nella session odierna soffia quasi dritto dal mare, è veramente difficile riuscire a partire soprattutto in uno spot dove il fondale è basso e causa facilmente l’impuntamento del piantone. Ed allora è meglio contare su un’ala di dimensioni generose e, qualora necessario, gestire poi la sopra invelatura. Sia io che mio fratello Marco usciamo con i Flysurfer Soul 15 divertendoci moltissimo in virtù della fantastica stabilità, nel vento marginale di questo gioiellino del brand teutonico. Di certo con ali più piccole non saremmo neanche riusciti a partire e ad allontanarci dal masso fondale del Cancun.
Aloha and Godspeed