• Carl Vader Blog
  • Forum
  • Annunci Usato
  • Reviews
  • Viaggi
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Meteo
  • Tecnica
Stampa

03/07/2019

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Litorale di Latina Cancun
Vento: Ponente 10/18 Nodi
Onda: assente
Tavola: Flysurfer Radical 6 128
Ala: Flysurfer Soul 12

Chi segue questo blog sa che oltre che amare il sesto continente in ogni sua forma, amo la tecnologia ed in particolare il digitale sia esso inteso come mezzo per riprendere la natura e le mi session sia inteso come strumento per elaborare il materiale video attraverso l’uso di hardware sempre più aggiornati. Alla mia ormai non giovanissima età ricordo quando, molti anni fa da appassionato di fotografia subacquea e fortunato possessore delle Nikonos (1, 2, 3 e 4), del mitico 15 mm ed altri obiettivi di pregio (35 e 28 mm) e flash Ikelite 250, al termine di una immersione portavo la pellicola da sviluppare (rigorosamente per diapositive..) dal mio fotografo di fiducia. Ed il giorno del ritiro delle diapositive non mancava mai l’ansia per il risultato raggiunto. Avevo più volte pensato di realizzare una camera oscura in casa ma i miei genitori non me lo avrebbero mai permesso. Da anni, con l’avvento del digitale, tutto è cambiato. Salvo le immagini nelle quali il bianco viene “bruciato” in sede di elaborazione anche immagini scadenti possono essere in qualche modo recuperate lavorando sui vari elementi che caratterizzano una fotografia od un video. Ho fatto questa premessa che mi riporta indietro di molti anni per introdurre una importante variante all’uso della action cam che, più recente, che sto testando a fondo: la DJI Osmo Action. Ebbene mi sono munito dei costosi filtri Neewer costituiti da un insieme di otto elementi ciascuno dei quali va usato in particolari condizioni di luce. Oggi rimuovo la lente anteriore di serie ed avvito il filtro ND 16 munito anche di ghiera per la regolazione della polarizzazione. La session si svolge in condizioni di vento non proprio ideali per il mio Flysurfer Soul 12, ma è un test eccellente per il filtro ND16/PL che è progettato per ridurre la quantità di luce che colpisce il sensore della fotocamera di 4 f-stop, rendendolo una scelta eccellente per l'acquisizione di video cinematografici in ambienti luminosi e soleggiati all'aperto. L'aspetto PL di questo filtro consente di evitare i riflessi indesiderati dalle superfici riflettenti esterne, offrendo immagini chiare e nitide. Ebbene in sede di elaborazione delle immagini mi sono reso conto che per riprese in movimento e di azione questa riduzione comporta inevitabilmente un lieve effetto “mosso” che, in situazione di luce meno brillante potrebbe accentuarsi. Ciò nondimeno la qualità delle lenti Neewer, molto diffuse tra gli utilizzatori dei droni DJI Mavic, è più che evidente. La prossima session userò il filtro ND8/PL e farò un paragone con questa lente riferendovi il relativo feedback
Aloha and Godspeed

Stampa

02/07/2019

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Litorale di Latina Cancun
Vento: Ponente 10/19 Nodi
Onda: assente
Tavola: Flysurfer Radical 6 128
Ala: Flysurfer Soul 12

Ancora una bella airstyle session svolta presso lo spot Cancun del litorale pontino. L’iniziale intensità del vento mi induce ad uscire con il Flysurfer Soul 12 ma dopo pochi bordi il Ponente cala e rimpiango di non aver scelto il 15. Di certo chiudere alcuni tricks che richiedono un “ricco” air time (od hang time) è comunque un buon allenamento poiché quando si passa ad ali più grandi ci si è abituati a velocizzare i movimenti. Questo è un fattore importante per chi pratica la disciplina dell’air style, nella quale ogni movimento aggiuntivo e perfino un semplice grab tail richiede grande coordinazione ed un timing perfetto per chiudere il trick con un perfetto atterraggio. Insomma una session piuttosto difficile ma molto utile.
Aloha and Godspeed