• Annunci Usato
  • Forum
  • Meteo
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Viaggi
  • Carl Vader Blog
  • Tecnica
  • Reviews

Eventi

Stampa

Connor Baxter vince la Maui to Molokai

Inserito in Eventi

Maui To Molokai

Alle Hawaii per tutti gli appassionati di SUP Racing il mese di Giugno è sinonimo di Downwind. E’ proprio a Luglio, infatti, che si svolgono quelle che ormai sono le classicissime di disciplina, a partire dalla Maui2Molokai.

Disputatasi sabato scorso, essa ha visto la vittoria di Connor Baxter davanti a Kai Lenny e Dave Kalama. In realtà per Connor si è trattato di una conferma in quanto il giovane atleta mauiano ha vinto tale gara per la sesta volta consecutiva. Ma se lo scorso anno il secondo classificato, Travis Grant, è stato surclassato con circa 4 minuti di distacco, quest’anno Connor ha dovuto faticare non poco per tenere a bada il suo arci-nemico Kai Lenny, arrivato al traguardo ad un paio di  minuti dal suo rivale.

Connor Baxter

Al terzo posto Dave Kalama che sopravanzava Travis Grant e Livio Menelau. Molto interessante lo svolgimento della gara, che per sua natura non poteva non essere condizionato dalle condizioni del vento che si è mantenuto non troppo forte per la prima metà di gara per aumentare improvvisamente. Non deve sorprendere, quindi, che fino a metà percorso gli atleti più potenti, come Travis Grant, sono stati particolarmente sugli scudi. Dice Travis a proposito della gara:
La prima metà di gara è stata abbastanza complicate ma essa è diventata molto divertente nella seconda parte, quando il vento è aumentato creando chop piuttosto grossi per planare. Dave, Kai ed io ci siamo scambiati le posizioni nei primi 25 Km mentre Connor si manteneva sempre leggermente al comando. E’ stata una buona gara, molto tecnica. Comunque, all’aumentare del vento Connor prendeva un largo vantaggio mentre Kai si staccava da Dave che a sua volta mi distanziava. Kai guadagnava costantemente acqua su Connor verso la fine della gara ma Connor riusciva comunque a vincere.”  

Fra le donne, vittoria a sorpresa di Devin Blish, che riusciva a battere la “regina del Downwind” Andrea Moller. Al terzo posto Talia Decoite. Solo quinto posto overall per Angie Jackson ma primo nella categoria 14’’.

Parlando di materiali, praticamente tutti i top racer iscritti alla Maui2Molokai hanno gareggiarto nella divisione Unlimited e proprio a tal proposito vale la pena sottolineare l’estremizzazione raggiunta da tali shape impiegati. Al solito gli shape SIC Hawaii hanno dominato la scena. Sia Connor Baxter che Devin Blish, tanto per citare i vincitori, hanno impiegato due custom SIC, un 17’ il primo ed un 15’ la seconda. Custom SIC di 18’6’’ anche per Dave Kalama mentre Kai Lenny ha gareggiato su un prototipo Naish Unlimited 17’6’’ che potrebbe comunque essere messo sul mercato in futuro. Infine, Travis Grant ha impiegato un custom da 17’ progettato dal master shaper di Oahu Billy Robello.

  • Aspettando la Molokai2Oahu

Molokai2Oahu

Ora tutti gli occhi degli appassionati sono puntati su quella che è senza ombra di dubbio la madre di tutte le competizioni di Open Ocean Downwind, vale a dire la Molokai2Oahu. Ancora più brutale per gli atleti, con un percorso di 32 miglia contro le 27 della M2M, essa si svolgerà il prossimo 27 Luglio e c’è da scommettere che, dopo aver dominato nel Pailolo Channel (il canale che separa l’Isola di Maui da quella di Molokai), Connor Baxter farà da lepre anche nel celeberrimo Ka’iwi Channel. Se nel 2012 lo stesso Connor si era reso autore di una prova straordinaria, polverizzando il suo precedente record con il tempo di 4 ore 22 minuti e 26 secondi, lo scorso anno l’atleta mauiano si era dovuto arrendere a Travis Grant e ad un sorprendente Scott Gamble. Proprio nel 2013, quella che dovrebbe essere la gara di Downwind per eccellenza è stata invece caratterizzata da vento leggero / moderato in virtù dell’azione di un tropical storm (Flossie) che ha di fatto indebolito gli Alisei. Non potendo sfruttare un vento sufficientemente forte alle spalle, la prova si è dunque resa ancora più massacrante sul piano fisico e ha finito per svantaggiare gli atleti di casa, sia gli Stand Up Paddler che i Prone Paddler, più avvezzi alla navigazione in Downwind.

Channel

Che si sia trattato di una gara durissima è confermato dalle parole di Eric Terrien piazzatosi all’ottavo posto a 34 minuti dal primo.
Dice Eric: “Si è trattato della gara più massacrante alla quale abbia mai partecipato a causa di venti deboli e della forte corrente contraria. Sono fiero del mio ottavo posto”.
Stay tuned per aggiornamenti!

Di seguito i primi 20 classificati alla Maui2Molokai

#    Name    Time    Class    #    Age
1    Connor Baxter    3:04:31    Men's Unlimited    1    Under 30
2    Kai Lenny    3:06:44    Men's Unlimited    2    Under 30
3    Dave Kalama    3:08:58    Men's Unlimited    3    40-49
4    Travis Grant    3:14:13    Men's Unlimited    4    30-39
5    Livio Menelau    3:18:57    Men's Unlimited    5    30-39
6    Vinnicius Martins    3:24:38    Men's Unlimited    6    Under 30
7    Kody Kerbox    3:25:12    Men's Unlimited    7    Under 30
8    Jerry Bess    3:31:44    Men's Unlimited    8    40-49
9    Armie Armstrong    3:32:16    Men's Unlimited    9    40-49
10    Mo Freitas    3:36:16    Men's Unlimited    10    Under 30
11    Josh Riccio    3:37:07    Men's 14'    1    Under 30
12    Tomoyasu Murabayashi    3:38:59    Men's Unlimited    11    30-39
13    Amir Arbel    3:42:25    Men's Unlimited    12    30-39
14    Bullet Obra    3:43:24    Men's 14'    2    Under 30
15    Paul Jackson    3:44:35    Men's 14'    3    30-39
16    James Casey    3:46:03    Men's Unlimited    13    Under 30
17    Alex Matero    3:46:55    Men's Unlimited    14    40-49
18    Ralph Sifford    3:47:44    Men's Unlimited    15    Over 50
19    Gustavo Olivera    3:48:21    Men's Unlimited    16    30-39
20    Devin Blish    3:48:37    Women's Unlimited    1    Open

e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti