• Reviews
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Forum
  • Tecnica
  • Carl Vader Blog
  • Annunci Usato
  • Viaggi
  • Meteo

Interviste

Stampa

Fabrizio Gasbarro pronto per la stagione agonistica 2011

Inserito in Interviste

Fabrizio Gasbarro

Abbiamo incrociato Fabrizio in occasione del Big Blu di Roma. Quale occasione migliore per intervistarlo con la stagione agonistica 2011 alle porte?

SUP.it: Ciao Fabrizio. Partiamo da una prima domanda piuttosto ovvia: puoi dirci come è nato il tuo “involvement” con Fanatic?

Fabrizio: Ciao ragazzi.L’entrata in Fanatic Int. È arrivata tramite White Reef (Fanatic Italia) con la piacevole conoscenza di Mino Zoffoli per una serie di piacevoli apprezzamenti che aveva dimostrato Craig Gertnbach sul lavoro che ho svolto nella stagione agonistica in Italia ed in Europa portando piazzamenti e acquistando calibro nella divisione Stand Up. Quale occasione  favorevole per presentarmi ad un azienda che stava preparando per il 2011 delle tavole all’altezza di atleti agonisti,l’azienda Fanatic (anno di entrata ufficiale nel panorama Supistico 2010 e dopo 30 di successi nel windsurf dall’ ’81) ultimamente, aveva presentato una tavola molto performante nel 2010, il Fly race, capita in Italia ancora poco ma per i miei gusti molto interessante, essendo un free-race e un race nella versione Carbon, come esempio di una tavola equilibrata e molto performante.Quindi trovare un azienda che potesse fare ricerca e sviluppo era la mia aspirazione, e per Fanatic ero il possibile atleta che poteva fare team per dare visibilità e performance al lavoro svolto con coerenza delle linee disegnate da Sebastian Wenzel . Engage! Il campionato ormai finito mi ha regalato tante soddisfazioni e l‘entrata nel team Int. SUP Fanatic è arrivata a coronamento di tanto lavoro come le new realize  12’6 e 14’ frutto di ricerca e esperienza sul campo racing e fitness.


SUP.it: Quali impressioni hai dei nuovi materiali? Non ti chiediamo di fare paragoni con le vecchie tavole, per carità, ma ti sei trovato da subito in sintonia con le nuove e su quale ti stai allenando di più attualmente?

Fabrizio: Materiali innovativi e linee d’acqua accattivanti questo è l’effetto che a prima vista mi hanno dato le nuove tavole Fanatic .In questi giorni sto testando le due classi la 12’6 Carbon e il 14’Wood , non ho mai messo piede su tavole cosí veloci (fonte GPS) comunque anche la mia tecnica si sta affinando insieme a questi materiali up to date sul mercato mi sento sicuro di esprimere un gesto atletico efficace supportato anche con da una delle pagaie piú performanti del pianeta che è QB. I paragoni non mi sento di farli anche perché le tavole evolvono e la collezione 2011 del brand passato non la conosco, appena ho provato le due tavole nuove  le ho calzate a pennello e devo dire che adesso è un impegno costante sperimentarle sulle molteplici varietà di condizioni meteo marine sia su mare che a Lago.


SUP.it: Cosa cambia per te in termini di supporto agonistico con la nuova sponsorship?

Fabrizio: Un contratto, una visibilità internazionale come Team Int., supporto per i rimborsi e spese gara in Italia e Europa, essere sempre informato sulle novità della Factory, sui modelli e testarli prima che vadano sul mercato, l’apertura di un centro con tavole SUP Fanatic a lago di Bracciano presso Il Circolo Vela Roma vicino a Trevignano Romano  loc. Polline via dell’Acquarella, dove con le tavole di nuova generazione Fanatic Sup ho la possibilitá di svolgere dei corsi in qualitá di maestro istruttore ISA ( International Surfing Assosection) dai principianti base con tavole scuola  , dall’entusiasta di fitness, all’agonista con programmi mirati all’allenamento e  formando un Team agonistico svolto con tavole Fanatic Fly race di ultima generazione.


SUP.it: Detto di Fanatic e del tuo arruolamento ufficiale nel Team Internazionale Quick Blade, che abbiamo documentato qualche giorno fà, puoi contare su altri sponsor?

Fabrizio: GAS FINS  per pinne sempre piú performanti,  ION per l’abbigliamento tecnico, OCCHIALI GLORYFY e il negozio di Roma  GRAVITA’ ZERO che mi supporta in ricerca e sviluppo sui materiali e sulle attrezzature SUP-fitness.
Come stai portando avanti il tuo programma di allenamento? Puoi fornirci qualche dettaglio in proposito?
In allenamento non si finisce mai di affinare tecnica ,dopo l’autunno ho fatto uno scarico per i primi 50 giorni d’inverno e adesso mi ritrovo con un ruolino di marcia di training che mi ha permesso di rientrare in un regime di performance ad oggi. I dettagli del mio allenamento si riassumono in allenamento intenso su due classi di tavola, alimentazione , giusta integrazione nel recupero e riposo attivo per i segreti  e le dritte di un allenamento mirato passate al Circolo che ne possiamo parlare…..


SUP.it: Saltata definitivamente la gara di Viareggio, che avrebbe rappresentato un primo banco di prova per te e gli altri top racer italiani, puoi anticiparci qualcosa sui tuoi programmi in termini di competizioni alle quali intendi partecipare in Italia e all’estero?

Fabrizio: È stato un vero peccato la manifestazione era partita bene almeno nelle intenzioni, ma il buon Roberto Domenichini all’ultimo è stato bloccato da una regolamentazione a noi sfavorevole che ha reso tutto un amaro sogno e quind l’annullamento della gara.Ora si aspetta il programma delle italiane per poter capire quali sono le novità sia da parte delle due associazioni che mettono in palio il titolo italiano spero unico e assoluto per non smembrare ulteriormente atleti che vogliono un campionato stabile come abbiamo avuto nel 2010. Inoltre si aspetta il calendario europeo che porterà qualche gara piú vicino di quanto sono le aspettative.. Le date sicure saranno St. Tropez con la coppa del Mediterraneo, e i mondiali ad Amburgo inoltre qualche gara in Francia a Lione e una Battle Of the Paddle sempre in Francia ma con data da destinarsi forse a Biarritz.In sostanza stó in stand by per fare un programma specialmente per la conferma delle date italiane.


SUP.it: Puoi dirci qualcosa riguardo alla tua presenza al Big Blu di Roma? Hai osservato interesse da parte del numerosissimo pubblico presente alla manifestazione?

Fabrizio: Il Big Blu del 2011 mi ha dato la possibilità di conoscere di persona uno dei primi che ha creduto in me quest’anno insieme al suo gruppo ,nella persona di Mino Zoffoli , abbiamo con molto piacere  stretto questa joint venture che mi vede insieme anche ad Ale Onofri (Campione Italiano Wave) protagonisti del team Fanatic Int. In Italia.  Mino al Big Blu mi ha consegnato le ultime realizzazioni race del gruppo e ha potuto contare sulla mia presenza per presentarle ad alcuni amici e addetti ai lavori i gioielli di casa Fanatic. L’affluenza è stata molta soprattutto i 2 weekend e l’interesse per il SUP è stato molto attivo da parte del pubblico presente alla manifestazione nautica, speriamo che quest’anno il SUP prenda il largo in molte spiagge Italiane sempre piú.


SUP.it: OK Fabrizio, ti auguriamo un’altra stagione di successi come quella dello scorso anno e, sempre, enjoy the ride :-)!

Fabrizio: Come sempre e con molto piacere auguro a te Marco e al tuo dream staff lo stesso augurio per un sito SUP.it sempre sulla cresta dell’onda, addicted to ride, now!!!!! Mahalo!!

e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti