• Reviews
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Annunci Usato
  • Viaggi
  • Tecnica
  • Meteo
  • Forum
  • Carl Vader Blog

Interviste

Stampa

Intervista a Carlo Rotelli - Moki SUP

Inserito in Interviste

Intervista a Carlo Rotelli

Moki è uno dei pochi produttori italiani di tavole SUP e sin dal principio la filosofia di tale marchio è stata quella di distinguersi sia in termini di design che di tecnologia costruttiva.

Da quest’ultimo punto di vista, infatti, ci risulta che le tavole della casa italiana sono state le prime realizzate in Bamboo, tecnologia oggi adottata da molti altri produttori. Scambiamo quindi alcune impressioni con Carlo Rotelli, designer e product manager di Moki.

 Intervista a Carlo Rotelli

 SUP.it: Ciao Carlo, ti abbiamo incrociato e conosciuto di persona al Big Blu di Roma e siamo rimasti colpiti dalla tua visione di come un nuovo brand debba entrare in un mercato molto competitivo come quello delle tavole ed accessori SUP e ricavarsi poi uno spazio che ne assicuri il successo negli anni a venire. Puoi riassumercela?
 
Carlo: Moki nasce come idea già 4/5 anni fa e si è consolidata come realtà nel 2009/10 grazie a un gruppo solido ed entusiasta che ha investito in questo bellissimo progetto.  Il 2011 e’ la vera prima stagione di Moki, ma gia’ lo scorso anno, visto che eravamo piuttosto avanti con lo sviluppo, siamo riusciti a proporre un’anteprima di circa 100 tavole di serie in Italia. In Moki produciamo stand up paddle e i suoi accessori concentrandoci solo su questo.
Siamo un brand giovane, sostenuto da un gruppo affiatato. Volevamo offrire un prodotto di alta qualità che si distinguesse dalla solita tavola monocolore o pcv-carbon. Volevamo creare qualcosa di diverso, pratico e funzionale, senza trascurare dettagli e componenti.
In un momento come questo in cui tanti hanno iniziato a proporre i propri SUP bisognava fare qualcosa di diverso. Molte aziende di surf, sup, kite, kayak propongono tavole, molti negozianti sono lì ad aspettare il boom, ma solo in pochi si muovono sul serio per promuovere e divulgare questo splendido sport.
Noi siamo tra questi. In questa nuova stagione saremo molto attivi nella promozione del SUP, infatti quasi ogni weekend saremo negli spot italiani piu’ rappresentativi, dove abbiamo allestito dei MOKI POINT (www.mokisup.com\mokipoint), selezionando persone e centri sportivi entusiasti di promuovere lo stand up paddle con eventi e iniziative divertenti aperte a tutti.


Intervista a Carlo Rotelli

 SUP.it: La vera sfida che tutti i produttori devono oggi affrontare è quella di dare un cuore, un connotato specifico ai propri prodotti, sia in termini di appeal che di prestazioni, Apple docet! A nostro modesto avviso i prodotti Moki continuano a distinguersi in modo piuttosto netto da quelli della concorrenza. Come siete arrivati a questo risultato?


Carlo: Io ho ancora una visione romantica dello sport, il mare, le onde… voglio proporre quindi un tavola che sia in grado di regalarmi emozioni forti sia in acqua sia quando la guardo, che mi faccia concentrare sulla bellezza delle condizioni che incontro e non su come condurla. E’ questa la mia garanzia…chi compra una Moki può star sicuro che è stata progettata e provata da persone che vivono e praticano questo sport giornalmente!
Mettiamo tutto il nostro impegno in quel che facciamo, siamo molto esigenti nella produzione e nella qualità del prodotto. Vogliamo che sia il cliente finale stesso a decretare le differenze e a ritrovarsi nel nostro prodotto.
Crediamo in quel che facciamo, offriamo pochi modelli versatili dalle alte prestazioni e rifiniture. La facilità di utilizzo rimane sempre al centro delle nostre priorità.  feedback che stiamo ricevendo sono tutti molto positivi, confermati sempre dalla prova in acqua che non mente mai.
Visto che stai nominando marchi di riferimento, intuitivi e di stile, ti confido che ci hanno definito simpaticamente i “Riva del Sup”…diciamo che ci collocheremo quindi volentieri a metà strada tra Apple e Riva.


Intervista a Carlo Rotelli

SUP.it: Puoi farci una panoramica dei prodotti Moki?

Carlo: 4 shape per 6 modelli. Partiamo dal 9’5’’ Rip Lip Fish surf style 100%, poi due tavole molto polivalenti come il Borea 10’ e il Jam 10’5’’, molto amate nelle onde, fino ad arrivare alla più grande Deha, proposta nella misura di 11’9’’, ideale per il cruising ma che non disdegna per nulla onde o gare race! oi c’è il modello Into the Nature 10’ pensato per le scuole, il noleggio, il diporto e i resort. Ora disponibile anche nella versione Pink Into the Girl con le stesse misure e caratteristiche ma decorazione alternativa in rosa e lilla. (ulteriori informazioni possono essere reperite sul sito www.mokisup.com. Presto sarà online il nuovo catalogo).


Intervista a Carlo Rotelli

SUP.it: Come nasce uno shape Moki? Sappiamo che effettuate molti test anche fra le onde oceaniche delle Canarie.

Carlo: L’idea parte sempre da un target di utilizzo seguito da una bozza di concetti e progetto.
Per esempio una tavola come la Jam è nata dall’esigenza di poter surfare qualsiasi onda anche da parte di un rider pesante (85/95kg) ma allo stesso tempo di dare anche la possibilita’ di passeggiare in acqua piatta.
Quindi rails piuttosto alti nella parte centrale,  nose e tail affilati con un rocker curvo e un chick finale molto pronunciato a garantire aderenza anche nei late take off! Tre pinne per andare nelle onde, una per passeggiare in relax.Faccio quindi un progetto al computer su un outline ideale e poi 3d, scelgo misure e dettagli poi passo tutti i dati in un programma cad che andrà direttamente alla nostra shape machine in fabbrica.
Vengono realizzati alcuni prototipi e quando scegliamo la tavola che sarà di serie vengono realizzate le dime dei bordi e dei volumi. La shape machine poi pensera’ al resto per la produzione.
Ci piace portare al limite il materiale e quello che diciamo sempre nel nostro gruppo di ricerca e sviluppo è che se una tavola resiste a noi e a ogni tipo d’onda o wipe out che ci capita, allora possiamo stare tranquilli per la produzione! E’ questa la miglior garanzia.
Proviamo le tavole in molte situazioni, al centro test di Fuerte, in ogni angolo della Sardegna ma anche in adriatico e nei laghi.
 

Intervista a Carlo Rotelli

SUP.it: Pensi di presentare prima o poi anche una tavola Race? Per quanto la situazione che vede impegnate le varie associazioni che intendono creare dei circuiti agonistici appaia purtroppo in questo momento c contrassegnata da confusione e conflittualità, il numero di gare SUP Race raggiungerà sicuramente un numero elevato quest’anno. Il poter avere un team  ufficiale Race rappresenterebbe sicuramente un investimento ma il ritorno in termini di immagine sarebbe a sua volta assicurato. Cosa ne pensi?

Carlo: Moki non propone ancora una tavola race di serie, ma ci interessa molto questo settore e stiamo facendo alcune prove. Ci stiamo concentrando sulla misura 12’6’’ che sia facile da condurre, con alcune innovazioni come forma e volumi ma che rimanga accessibile per un utilizzo allround.
Abbiamo già un team ufficiale che sta crescendo, comunque nel 2010 Moki ha piazzato due rider nelle classifiche nazionali.
Abbiamo ottenuto un secondo posto assoluto nel Race femminile con Shannon Askay e un mio terzo posto finale nei Master della classe 14’ e un quinto nella classe 12’6’’ con il Deha. bbiamo anche ottenuto ottimi piazzamenti in gare singole di distanza.
Devo dire che le nostre tavole pur essendo ‘surf-style’ (carena piatta) scivolano molto bene sull’acqua e parecchie volte usando un Deha e pagaia Moki di serie sono arrivato davanti a riders con race da 14/17 piedi. La nostra 11’9’’ è molto performante tanto da poter essere utilizzata in gara.



SUP.it: Potresti in poche parole riassumere i vantaggi della tecnologia costruttiva in Bamboo?

Carlo: La costruzione bamboo-sandwich garantisce un ottimo rapporto peso-robustezza, il bamboo ha delle caratteristiche fisiche che lo rendono perfetto per il processo di laminazione di tavole in sandwich combinando flessibilità ed elevata resistenza meccanica.
Il bamboo quindi:

- migliora la flessibilità della tavola e ne aumenta la resistenza, donando inoltre alla tavola uno bamboo style look esclusivo
- aumenta la durata della tavola ed è anche una scelta ecologica
- è facilmente coltivabile e non danneggia il suolo
- le piante di bamboo possono essere tagliate senza il bisogno di ripiantarle, infatti crescono molto più velocemente di qualsiasi altra pianta (circa tre volte più veloce).

Non esiste ancora, purtroppo, una tavola 100% ecologica, ma il bamboo fa parte sicuramente del futuro, insieme all'utilizzo di altri materiali reciclabili e di fibre naturali. a scelta del bamboo e’ secondo noi un piccolo passo verso un mondo sempre più 'eco-friendly'.


SUP.it: Domanda retorica ma vale la pena porla ugualmente: state testando tavole piccole adatte all’onda corta e disordinata che, ahimè,con cui tutti noi in genere dobbiamo confrontarci qui nel Mediterraneo?

Carlo: In realtà noi non crediamo molto nelle tavole di piccole dimensioni, a meno che non siano utilizzate da ragazzi o rider molto molto leggeri. Personalmente se devo usare un 7/8 piedi allora preferisco la mia tavola da surf! Moki offre un 9’5’’ accessibile a tutti che performa molto nelle onde, ha uno shape moderno in style fish con due winger e configurazione quad delle pinne. A noi il SUP piace non troppo radicale in stile longboard…loose e stiloso. Senza limiti ma in relax direi!


SUP.it: Intendete entrare anche nei mercati stranieri?

Carlo: Sì, certamente, abbiamo già richieste e interesse per distribuzioni in Spagna, Portogallo, Croazia, Svezia e Scandinavia e stiamo valutando gli Stati Uniti.  nostra intenzione accontentare chiunque ricerchi e s’innamori del prodotto Moki Sup.


SUP.it
:  OK Carlo, ti facciamo i nostri complimenti per il lavoro sin qui svolto e … auguri per il futuro!

Carlo: Contraccambio gli auguri e grazie a voi per l’intervista. Complimenti per il vostro sito sempre aggiornato e attivo, un punto di riferimento per il sup in Italia e non solo!

 

le foto di fuerte sono Eric Belande (3)

le altre di A.Guglielmi\Moki

 

e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti