• Meteo
  • Viaggi
  • Carl Vader Blog
  • Annunci Usato
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Reviews
  • Tecnica
  • Forum
Stampa

23/11/2019

Inserito in Maui Blog

Spot: Kanaha Beach park
Vento: Trade Winds 18/45 Nodi
Onda: logo/mast high
Tavola: Starboard Quad 87 Lt 2014
Vela: Naish Force 4,2 m 2020

Il giorno 22 il vento ha superato, lungo la North Shore, 55 mph (miles per hour); quando siamo giunti a Kanaha abbiamo deciso di non uscire; sia io che Marco detestiamo la sopra invelatura che, in giornate come questa, sarebbe stata infernale, a meno di non uscire in windsurf con una vela da 3,6 m od in kite con un 4. In entrambi i casi eravamo privi di queste misure. Il giorno 23 scenario opposto con vento debole ed onde molto basse. Anche in questo caso decidiamo di non uscire. Detto tra noi, cari followers, due giorni di riposo ci volevano. Finalmente il giorno 24 torniamo in azione entrambi con il windsurf. Aerial day! Durante la session chiudo un considerevole numero di aerials off the lip. A tal proposito devo dire che le nuove vele Naish Force sono eccezionali! Nonostante le cinque stecche sono leggerissime, a parità di misure più leggere delle quattro stecche Banzai Pro del 2019! Ovviamente le cinque stecche conferiscono alla vela eccezionali doti di tenuta e manovrabilità anche nelle raffiche più forti e la cosa incredibile è che questo aspetto non pregiudica minimamente la notevole potenza di cui sono dotate. Oggi nonostante le raffiche furiose la mia 4,2 m ha espresso doti di controllo del tutto inaspettate e mi ha consentito di concentrarmi esclusivamente sulla surfata. Complimenti allo “zio” Robby, questa è la sua vela personale e tutta la sua esperienza emerge chiaramente nella progettazione della Force 5 stecche. Oggi ci lasciano il gruppo di kiters romani che si sono concessi una breve vacanza a Maui, arrivederci al prossimo anno. Anche l’odierno blog sarà diviso in più parti al fine di mostrarvi le bellissime immagini che la Valley Isle è in grado di regalare.
Aloha and Godspeed

Stampa

21/11/2019

Inserito in Maui Blog

Spot: Kanaha Beach Park
Vento: Trade Winds 18/35 Nodi
Onda: logo/mast high
Tavola: Duotone Whip 5’1
Ala: Duotone Duotone Neo 9

Una nuova consistente North West swell ha raggiunto la North Shore di Maui, le onde nei set più ulti sono double overhead. I Trade Winds erano previsti in aumento solo dalla serata e quindi, una volta giunto a Naish beach, opto per il Duotone Neo 9 m. Gravissimo errore. Quando entro in acqua dopo neanche dieci minuti sono sopra invelato. Non finisce qui. Dopo aver surfato con l’ala in pieno drifting alcune onde il vento cala quasi del tutto e faccio appena in tempo, scadendo oltre The Boneyard ad approdare sottovento a Kite Beach. Poco prima a Pier One avevo evitato lo stallo dell’ala per miracolo riuscendo ad uscire dal potente break solo grazie al mio sangue freddo: mentre l’ala stava per cadere eseguo un down loop perfetto ma quando osservo dietro di me noto che un’onda di oltre tre metri sta per travolgermi a causa della bassa velocità. Riesco ad “agganciarla” un attimo prima che rompa sul break point  sfruttando poi la parete per prendere velocità e togliermi dai pasticci. Ad altri kiters le cose vanno anche peggio poiché le loro ali cadono in acqua anche al largo. Insieme a me raggiungono la costa Alex Aguera e Scott McKenzie con le loro attrezzature da wingsurf. Durante la lunga camminata a piedi per rientrare a Kanaha il vento inizia a soffiare furioso, tanto che faccio una fatica pazzesca a raggiungere l’area di lancio avendo il kite sgonfio e la tavola. Sono cotto! Non posso neanche cambiare ala poiché le chiavi dell’auto le ha Marco che sta uscendo con il windsurf. Insomma. Con l’ala della giusta misura (6 m) sarebbe stata una session bellissima ma con il 9 m si è trasformata in una sorta di calvario, sebbene abbia surfato discretamente le prime onde. Peccato. Tra l’altro non appena torno al parcheggio di Lowers trovo mio fratello entusiasta per la splendida session svolta con il windsurf cosa che avrei potuto fare anche io avendo portato le mie attrezzature ed avendo invece optato per una kite session. Beh la prendo con filosofia se a Pier One mi fosse caduta l’ala nel break point le cose sarebbero andate di gran lunga peggio……garantito al limone!
Aloha and Godspeed