• Tecnica
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Viaggi
  • Forum
  • Reviews
  • Meteo
  • Annunci Usato
  • Carl Vader Blog
Stampa

04/11/2012

Inserito in Maui Blog

Una bella uscita in SUP caratterizza questa giornata priva di trade wind; il sapore dolciastro del vulcanic haze pervade tutta l’isola. In acqua le condizioni non certo estreme sono però risultate più che sufficienti per divertirsi ed allenarsi in vista della prossima grande swell che dovrebbe raggiungere la North Shore. 4 Novembre. Il miglior regalo per il mio onomastico: una splendida session in SUP, forse la migliore da due anni a questa parte. Onde double overhead con sneak set imprevedibili che potevano martellare il malcapitato di turno in qualsiasi momento rompevano con grande frequenza tra Lowers e Pier One. La Naish Mana 8,10 del 2013 si è comportata splendidamente consentendomi di esprimermi al massimo delle mie capacità. Onda dopo onda mi sentivo sempre più a mio agio. In alcuni casi, soprattutto late take off, ho preso qualche rischio ma complessivamente, anche nei wipe out peggiori, l’esperienza mi ha aiutato ad evitare pericolose frullate con la tavola. Potrei scrivere fiumi di parole su questa session, ho ancora le immagini di essa davanti agli occhi, ma preferisco parlarvi di un episodio direttamente correlato ad essa. La presenza del life guard con il jet ski nel break mi insospettiva non poco. Nei momenti di stanca andava fuori faceva un giro e rientrava all’interno in mezzo ai pochi praticanti presenti sulla line up! La verità la conosceremo non appena rientrati a casa.
Poche ore prima si era verificato l’ennesimo attacco di squalo a poche centinaia di metri da dove stavo uscendo con la tavola da SUP. Un sub era stato gravemente ferito ad una gamba da uno squalo tigre di oltre quattro metri. Il suo compagno di immersione, attaccato a sua volta è riuscito ad allontanare con il fucile subacqueo lo squalo ed a salvare l’amico. Di certo tre attacchi in tre settimane (quattro con quello alla tartaruga a pochi metri da riva) e tanti avvistamenti, tra i quali il mio a Kuau, testimoniano, come temevo, una verità sconcertante: quest’anno il rischio di essere oggetto delle attenzioni di questi predatori è maggiore che in quelli passati. Inoltre è stato fissato un record, mai in tutte le isole Hawaii, si erano verificati tanti attacchi in così poco tempo.
Aloha and Godspeed


Stampa

02/11/2012

Inserito in Maui Blog

Ancora una bella e rilassante kiteboarding session questa volta in compagnia di Marco che si è anch’esso dotato di un Naish Park, precisamente il 10. Come previsto dal forecast, il trade wind è in calo e le onde rimangono basse. Ma anche con queste condizioni non certo radicali Kanaha ci regala una bella session nella quale ancora una volta la bontà delle attrezzature amplifica il divertimento in acqua. Oggi, nonostante sia Aloha Friday, non siamo molti a Naish beach, in fondo per gli hawaiiani non si tratta certo di una uscita da ricordare; se simili condizioni di mare e vento fossero frequenti nel mio home spot farei i salti di gioia! Domani ulteriore calo del trade wind e giornata che si dovrebbe orientare decisamente verso una supping session.
Aloha and Godspeed