• Meteo
  • Tecnica
  • Forum
  • Carl Vader Blog
  • Viaggi
  • Annunci Usato
  • Reviews
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
Stampa

29/10/2012

Inserito in Maui Blog

Mi trovo con il windsurf nel mitico spot di Kuau altrimenti denominato Mama’s fish house. Sono molto al largo e sto bolinando per riallinearmi al break principale, ciò mi consentirà di surfare al meglio le onde logo/mast che frequentemente rompono sul reef. Le condizioni sono davvero eccellenti con il trade wind che soffia da 25 a 35 miglia all’ora. All’improvviso, sulla mia destra ad una ventina d metri, affiora lentamente una massa scura. Osservo una pinna nera, molto sfinata ed alta, dietro di essa noto la seconda pinna, quella caudale. Le dimensioni sembrano sui tre metri ma preferisco non approfondire troppo la conoscenza con questo pescione. Meglio lasciarlo tranquillo. Ad occhio e croce la forma della pinna ed il colore fa pensare ad uno squalo martello. Cambio andatura, da bolina a lasco ed inizio ad allontanarmi veloce da quella zona. La strambata, per riavvicinarmi alla costa e cambiare direzione, sarà da manuale, perfetta. A questo punto ho due opzioni o chiamare Marco e con lui uscire dall’acqua oppure proseguire la session. L’istinto mi suggerisce di scegliere tale soluzione, non sono per nulla spaventato e le condizioni di onda e vento sono eccellenti. Si tratta del secondo incontro avuto qui a Maui in tanti anni con uno squalo. Il primo avvenne sempre qui a Kuau con uno squalo tigre nove anni fa. Che gli squali frequentino queste acque non è certo una novità ma che si interessino fortemente all’uomo in acqua è una ipotesi poco credibile. Poi è chiaro, tutto può avvenire e gli attacchi degli utlimi giorni lo testimoniano. Comunque salti e surfate impreziosiscono questa giornata caratterizzata da due squall carichi di pioggia e raffiche molto forti. Dopo due ore e mezza rientriamo nell’area di lancio di Kuau, molto scomoda poichè caratterizzata da rocce e reef. Per festeggiare una uscita tanto bella decidiamo d andare al cinema a vedere il film “Taken 2” davvero ricco di azione ed adrenalina proprio gli elementi che oggi l’Oceano ancora una volta ci ha donato.
Aloha and Godspeed


Stampa

28/10/2012

Inserito in Maui Blog

Tavola Naish wave trifin 80 e vela Naish Chopper XL, mettere a punto queste attrezzature e sviluppare con esse il giusto feeling richiede almeno tre session. Oggi usciamo di nuovo a Kanaha proprio per trimmare meglio tavole e vele in vista delle prossima grande swell. Devo riconoscere che con il trade wind debole questo combo non mi ha convinto poichè la tavola e la vela parevano lavorare poco in sinergia. Strano, non ho mai avuto problemi con le attrezzature Naish. Nella session odierna le condizioni sono interessanti, onde sui 2/3 metri e trade wind in aumento durante tutto il pomeriggio. Per avere un primo riferimento decido di trimmare diversamente la vela lasciando la posizione delle 3 pinne inalterata. Alla Chopper XL apporto una minore tensione di caricabasso e di outhaul. Le prestazioni migliorano decisamente consentendomi di planare meglio con poco vento e di continuare a tenere la vela quando l’aliseo sfiora le 35 miglia. Alcune surfate interessanti e salti con rotazione caratterizzano la session e quando esco dall’acqua sono davvero soddisfatto. Domani si esce a Kuau e con onde decisamente più ripide sposterò le tre pinne del wave 80 più indietro per avere un drive maggiore. La serata la trascorriamo a Lahaina. Chi ha visto lo scorso anno il film di Clint Eastwood Hereafter noterà che si tratta della small marine town che nella scena iniziale viene distrutta dallo tsunami. Che caso, proprio ieri sera Lahaina è stata evacuata in fretta e furia per il temuto maremoto che poi ha raggiunto Maui con una energia davvero trascurabile. Non sarà mica che il buon Clint porta sfiga?
Aloha and Godspeed