• Carl Vader Blog
  • Forum
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Viaggi
  • Annunci Usato
  • Reviews
  • Meteo
  • Tecnica
Stampa

30/11/2019

Inserito in Maui Blog

Spot: Kanaha Beach park
Vento: Easterly 14/35 Nodi
Onda: logo plus
Tavola: Duotone Whip 5’0
Ala: Duotone Neo 6

Vento forte a Kanaha ed onde anche logo plus frangono nei break principali, Upper, Lowers, Naish Beach e Pier One. Condizioni ideali per provare la nuova GoPro Max, acquistata in mattinata presso un surf shop dell’isola. Purtroppo, commetto un grave errore nel settaggio, selezionando per errore l’obiettivo posteriore. Si tratta di una action cam che consente di riprendere a 360 gradi ed è quindi dotata di due obiettivi uno anteriore ed uno posteriore che, nel modo normale di ripresa (Hero Mode), possono essere scelti a seconda delle esigenze. Davvero un gran peccato perché in surfata sono molto efficace compiendo turn molto radicali, quando in serata ad Haiku scopro l’errore il rammarico è tanto. Alcuni spezzoni di ripresa sono atipici e inusuali, di certo però per montare un video decente sono del tutto inusabili. Ciò detto la GoPro 8 pare un bel prodotto ancora però non supportato da un software all’altezza. I video 360 vengono infatti codificati con un codex proprietario GoPro “.360” che l’app windows non supporta. Si deve pertanto prima eseguire il transcoding da 360 a Muv o MP4 e poi editare il video con un software che possa modificare i video VR o 360. Con la Garmin Virb 360 il problema non si pone affatto poiché il software Garmin si adatta perfettamente a modificare i video sferici.
Aloha and Godspeed

Stampa

29/11/2019

Inserito in Maui Blog

Spot: Kanaha Beach park
Vento: Easterly 14/35 Nodi
Onda: 1.5 m
Tavola: Duotone Whip 5’0
Ala: Duotone Neo 6

Vento super rafficato e side off shore da Est (Easterly), oggi a Kanaha. Ancora una volta il lancio da Naish Beach è piuttosto difficoltoso a causa delle forti raffiche che passano da zero a cento e che possono determinare lo stallo dell’ala in qualsiasi momento. La velocità nella partenza è determinante. Cincischiare, come fanno alcuni rider inesperti, lungo la battigia, è il modo migliore per far cadere l’ala. Dopo il decollo è necessario muoversi in fretta, raggiungere la tavola ed entrare in acqua se necessario navigando in body drag per una ventina di metri. Una volta fuori inizio a surfare alcune onde ed a saltare strapless ma, sotto questo aspetto il vento side off è decisamente peggiore rispetto al vento side on. Nel tardo pomeriggio ci rechiamo a Kihei, la fine del surf trip si avvicina e frequentare questo stupendo luogo anche per una mezz’ora è fonte di relax ed ispirazione.
Aloha and Godspeed