• Annunci Usato
  • Meteo
  • Reviews
  • Viaggi
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Carl Vader Blog
  • Tecnica
  • Forum
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!

Meteo/Mare

Stampa

Quando il "Generale Inverno" suona la carica!

Inserito in Articoli Meteo, Mare

Winter is here!

Forse la migliore definizione mai data alla brutta stagione è quella di “Generale Inverno”. A volte il “graduato” muove le sue truppe in sordina per poi sferrare l’attacco finale che può essere più o meno dirompente. Ebbene, lo scenario meteo che ci attende a partire da oggi appartiene alla categoria dei … blitzkrieg.

  • Premessa

Molte battaglie, se non proprio campagne militari o guerre, sono state decise dai capricci del tempo. Basti pensare alla disfatta subita dalle truppe di Napoleone e di Hitler sul fronte orientale nelle relative campagne di Russia. In entrambi i casi, il prolungarsi delle operazioni militari oltre i tempi previsti dagli strateghi dei due dittatori, portò i due eserciti a confrontarsi con quel rigidissimo clima invernale russo al quale erano poco avvezzi, sia in termini di addestramento che di adattabilità dei materiali. Cosa che ovviamente non poteva dirsi dei Russi .. Questa allegoria di una stagione che, come un generale, muove le proprie truppe sullo scacchiere meteo ci piace molto e ne prendiamo spunto per parlarvi dell’autentico blitz invernale che ci attende a partire da oggi.


  • Timeline.

Winter is here!

 Nei nostri recenti articoli di pertinenza meteorologica vi abbiamo più volte parlato del Vortice Polare. Si tratta di una vastissima area di basse pressioni permanentemente presente sul Polo Nord. Seguendo l’allegoria di cui prima, possiamo a ragione ritenere tale figura barica come l’arsenale del Generale Inverno. Durante la brutta stagione, infatti, esso tende a scendere di latitudine e ad aprire delle brecce negli anticloni che possono insistere sulle aree nord europee e, naturalmente, su quella mediterranea. Le armi presenti in questo arsenale hanno tre nomi: aria fredda di origine artica, saccature di bassa pressione e perturbazioni associate a queste ultime. Le truppe avversarie sono rappresentate, come è ovvio, dai promontori anticiclonici che, se di natura temperata (come quello delle Azzorre), generano il ristagno di masse di aria umida e relativamente calda anche in Inverno. Sappiamo anche che l’apertura di una breccia in una di queste ultime figure bariche è tanto più dirompente quanto maggiori sono le temperature in quota e al suolo sul … campo di battaglia. Se ci pensate, si tratta della situazione anomala che ha caratterizzato l’inizio dell’Inverno nell’area mediterranea.  Ebbene, mentre scriviamo il Generale Inverno sta muovendo con decisione le proprie truppe e l’obiettivo è proprio quello di conquistare, con una offensiva lampo, il “Mare Nostrum” e credeteci sulla parola … lo farà in grande stile! Per rendercene conto, diamo un’occhiata alla carta analitica elaborata dal modello GFS per la giornata di Venerdì 16 Dicembre. L’Anticiclone delle Azzorre se ne sta rintanato sulle sue latitudini, sia pure molto schiacciato. Non vi sono sul Nord del Continente europeo altre figure anticicloniche in grado di contrastare una decisa discesa del Vortice Polare che può dunque affondare con due saccature di bassa pressione ad esso associate. Questo attacco consiste in una discesa di nuclei di aria fredda di origine polare sotto forma di perturbazioni, ovviamente fredde. Per tornare alla metafora dalla quale siamo partiti, immaginate il Generale Inverno che ordina ai propri subordinati sul campo di caricare a testa bassa con direzione … Mediterraneo. Dai modelli matematici di previsione già sappiamo che tale assalto avrà un successo che determinerà un netto cambiamento delle condizioni atmosferiche. Ma vediamo nel dettaglio la sua “timeline”:

- Venerdì 16 Dicembre: le truppe di assalto (perturbazione fredda) si addossano alle Alpi nella nottata e all’alba attaccano. L’esercito nemico, già indebolito dal lavoro di preparazione dell’artiglieria del Generale Inverno nei giorni passati (perturbazioni più o meno deboli) cerca di contrastare l’invasione ma questo tentativo viene vanificato. Il campo di battaglia si anima e la vittoria lampo del Generale Inverno è rappresentata da violentissimi scontri, tutti a favore di quest’ultimo, sia a terra che in mare che si traducono nella realtà nella presenza di estesa fenomenologia: fortissimi venti di Libeccio, piogge, nevicate e grosse mareggiate sui mari. Verso sera la breccia è ormai totalmente aperta e le truppe avversarie (aria fredda e fenomeni violenti) scorazzano per il Mediterraneo.
- Sabato 17 Dicembre: l’esercito del Generale Inverno fiacca le residue sacche di resistenza a Sud e stabilisce ovunque teste di ponte con una abbassamento drastico delle temperature che segna l’inizio effettivo della Brutta Stagione nel Mediterraneo.


  • La vittoria del Generale Inverno vista dall’appassionato di sport acquatici

Tempo di uscire dall’allegoria di quello che si preannuncia come uno degli eventi meteorologici clou del 2011. L’irruzione della intensa perturbazione fredda di cui vi abbiamo parlato in precedenza genererà mareggiate enormi, per gli standard mediterranei, su tutti i bacini di Ponente. La direzione, originariamente da Libeccio, non sarà certo ideale per le coste occidentali peninsulari, mentre potrebbe essere buona per alcuni spot sardi. In ogni caso si tratterà di mare attivo nella giornata di oggi e nelle prime ore di Sabato, quando entrerà con forza sulla scena il Maestrale per essere seguito poi dalla Tramontana. Riteniamo che Domenica, quando la swell sarà in scaduta , sia il giorno su cui puntare per regalarsi una ottima SUP Surfing session anche se occorrerà coprirsi bene in virtù delle rigide temperature previste.
E’ anche da osservare che le dimensioni della mareggiata da Libeccio prevista per oggi sarà davvero ragguardevole per le coste Liguri e per quelle del Nord Sardegna. Si tratta in effetti dell’episodio più grosso di questo 2011 che si avvia quindi alla conclusione con un autentico “fuori giri” atmosferico. Raccomandiamo a tutti la massima attenzione in acqua: if in doubt … don’t go out!

 

e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti