• Carl Vader Blog
  • Annunci Usato
  • Forum
  • Viaggi
  • Tecnica
  • Meteo
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Reviews
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!

Meteo/Mare

Stampa

Uno sguardo alle proiezioni meteo stagionali

Inserito in Articoli Meteo, Mare

Previsioni stagionali 2014

L’Estate 2014 è quasi alle porte. Cosa ci aspetta nei prossimi mesi dal punto di vista meteorologico?

Stagione deludente per gli operatori turistici ma non certo per gli appassionati di sport acquatici quella che si sta per concludere. Ciò è dovuto all’ingresso, registratosi negli ultimi mesi, di un notevole numero di fronti atlantici nell’area mediterranea, creando le condizioni ideali per mareggiate che hanno interessato soprattutto i versanti costieri esposti ad W della Penisola e delle Isole Maggiori. I nuclei perturbati sono stati poi quasi sempre seguiti da rimonte anticicloniche, non più di matrice nord africana ma dovuti all’Anticiclone delle Azzorre In realtà. Questo pattern meteo di tipo atlantico/occidentale rappresenta in realtà il leitmotiv di tutto questo 2014. Esso ha dunque comportato una riduzione significativa dei flussi orientali nella Brutta Stagione e, come abbiamo visto poc’anzi, di quelli di tipo Nord Africano in Primavera ed Estate. La domanda sorge quindi spontanea: cosa dobbiamo attenderci per i prossimi mesi? Partiamo da un ovvio assunto: parlare di “previsioni” a lunghissimo termine (quelle che si estendono su più mesi) è in meteorologia improprio. Più correttamente, si tratta di “proiezioni” che quindi possono fornire una rozza idea sui pattern meteo futuri. Esse sono ovviamente basate sui dati elaborati da modelli matematici piuttosto sofisticati ma del tutto inadatti a fornire un quadro affidabile che si spinga così lontano nel tempo, ovviamente sempre parlando in termini di climatologia. In effetti tutti noi sappiamo quanto a volte possano risultare del tutto inaffidabili le previsioni oltre i 3 giorni dalla loro elaborazione. Immaginiamo quindi quanto possano esserlo quelle ad uno, due, tre mesi! Nondimeno, gli strumenti previsionali continuano ad essere affinati in base alla continua sofisticazione degli algoritmi di simulazione, senza contare la disponibilità di strumenti di elaborazione sempre più potenti. Ne consegue che la loro affidabilità sta crescendo, anche per quanto riguarda l’elaborazione delle proiezioni a lungo termine. Dopo questo lungo preambolo, vediamo quindi di rispondere al quesito di partenza sottolineando in primis il fatto che, data l’incombenza del fenomeno noto come El Nino, di cui vi abbiamo parlato recentemente in questo articolo, le previsioni stagionali risultano quest’anno sostanzialmente facilitate. Rimanendo all’area mediterranea, dobbiamo quindi attenderci una persistenza di questo pattern atlantico, con la discesa di altri corpi nuvolosi da W ed il relativo innesco di forti venti da S/SE che li precedono e da NW successivamente al loro passaggio. E’ interessante notare che questo pattern meteo mediterraneo non è solo tipico delle annate contrassegnate da El Nino ma è anche quello che ha per lo più interessato il Bacino del Mediterraneo fino ai primi anni 90. Un ritorno al passato, quindi? Se questo scenario verrà confermato, indubbiamente sì. Vedremo se tali proiezioni saranno confermate o meno. Noi appassionati di onde lo speriamo. Ardentemente …

e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti