• Meteo
  • Annunci Usato
  • Viaggi
  • Reviews
  • Tecnica
  • Forum
  • Carl Vader Blog
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!

Meteo/Mare

Stampa

Primavera 2015. La grande anomalia

Inserito in Articoli Meteo, Mare

Spring 2015

La Primavera è la Stagione del cambiamento per eccellenza. Proprio per questo essa è in genere contrassegnata da una elevata dinamicità a livello meteorologico.

Alle nostre latitudini e nei paesi europei in genere, la Primavera è caratterizzata, almeno nella sua fase iniziale, dalla presenza di correnti atlantiche temperate e quindi di perturbazioni che provocano in sostanza il ricambio delle masse d’aria fredda stagnanti generate dalla Brutta Stagione. In Primavera gli scambi delle masse d’aria stesse avvengono quindi lungo i paralleli da occidente ad oriente e non, come nel caso delle perturbazioni invernali, lungo i meridiani ovvero, in alcuni casi, da oriente ad occidente lungo i paralleli. Prima di venire al punto, apriamo una parentesi. In un nostro vecchio articolo pubblicato nella sezione meteo/mare, al quale vi rimandiamo per approfondimenti, abbiamo introdotto il concetto di pattern meteo cioè di scenari ricorrenti che possono servire da guida alla interpretazione del quadro meteo attuale e quindi della presenza, o meno, di eventuali anomalie. In tale occasione parlammo dell’indice NAO (North Atlantic Oscillation) che in sostanza consiste nella differenza di pressione tra l'Anticiclone delle Azzorre posizionato sull'alto Atlantico e la depressione islandese. Chiudendo la parentesi, in termini pratici, un indice NAO negativo sottintende una situazione dinamica e quindi orientata agli scambi meridiani di masse d’aria, leggasi correnti atlantiche tipiche del periodo primaverile. Un indice NAO positivo è invece sinonimo di stabilità alle nostre latitudini, con alcuni distinguo, ovviamente. Ebbene, dall’inizio di questa Primavera 2015 l’indice NAO si è attestato su valori positivi ed in ogni caso superiori a quelli normali del bimestre marzo/aprile. Il risultato è quello di una Primavera non solo più stabile della norma, ma anche caratterizzata da alcuni episodi freddi che sarebbero più tipici della stagione invernale. E’ questa l’anomalia di cui ci occupiamo nel prossimo paragrafo non senza prima proporvi di seguito un grafico con i dati sull’indice NAO che vanno dallo scorso Dicembre ad oggi con annessa previsione che si estende al 16 aprile. Dalle ultime carte sembra che questo crollo dei valori dell’indice sia ormai purtroppo scongiurato.

 

  • Il pattern attuale

Premettiamo che il pattern che vede lo spostamento di perturbazioni da N-NE verso S-SE e quindi di masse di aria fredda che si muovono lungo i meridiani è tipicamente invernale e dato che esso continua a  caratterizzare la situazione meteo europea dalla fine della brutta stagione, rappresenta una notevole anomalia. Infatti, le perturbazioni primaverili dovrebbero essere tipicamente atlantiche e spostarsi lungo i paralleli da W-NW ad E-SE. Quali sono quindi i motivi che stanno impedendo il normale ricambio primaverile di masse d’aria? L’immagine in basso, elaborata dal modello GFS e tratta dal sito tedesco www.wetterzentrale.de, mostra il quadro previsionale a un giorno della pressione atmosferica a 5.500 metri di altezza, vale a dire 500 Hpa.

Pattern attuale

Le aree di alta pressione, in corrispondenza delle quali il tempo è tendenzialmente più stabile, sono caratterizzate da varie tonalità di colore arancione. Le zone di bassa pressione sono invece rappresentate da aree con colori che vanno dal verde al viola. L’anomalia consiste nella presenza di un robusto promontorio di alta pressione che abbraccia quasi tutto il Mediterraneo, il Nord Europa e le Isole Britanniche. In questo caso, il tempo sulla nostra Penisola si mantiene piuttosto stabile e mite, non certo dinamico ed incerto come quello tipico primaverile. Se però osserviamo la carta con la previsione a 7 giorni, tale anomalia risulta ancora più marcata, prefigurando di fatto un pattern tipicamente invernale.

Pattern 7 gg.

Risulta infatti del tutto evidente un rinforzo e spostamento deciso a Nord della struttura di alta pressione che attualmente protegge l’area mediterranea. Esso lascerà il nostro Paese del tutto esposto all’influsso di correnti orientali che causeranno un deciso abbassamento delle temperature soprattutto sulle regioni nord orientali e la parte adriatica della penisola.

 

  • Conclusioni

Dato quindi per appurato che si tratta di una primavera meteorologicamente anomala, quali sono le conseguenze per noi SUPper? In fondo abbiamo già risposto a tale quesito fra le righe. L’alta pressione è nemica delle onde in un mare chiuso come il Mediterraneo. D’altro canto, se effettivamente il quadro previsionale prefigurato dalla seconda carta meteo prendesse corpo, le coste adriatiche potrebbero essere colpite da venti di Bora con annesse mareggiate. Pattern quindi tipicamente invernale che svantaggia gli spot tirrenici. Vedremo se questo quadro previsionale sarà confermato o meno dai prossimi “run” dei modelli matematici di previsione.

e-max.it: your social media marketing partner

Commenti   

 
#3 tlmk 2015-04-24 12:37
Sembra che a fine mese il NAO precipiti fino a valori negativi...incr ociamo le dita!
 
 
#2 mark 2015-04-15 11:57
Ciao, troppo presto per dirlo. In ogni caso speriamo di no!
 
 
#1 tesmar71 2015-04-15 08:34
Situazione molto simile (lo ricordo benissimo) a quella che anticipò i quattro mesi infernali del 2003.
 

Non hai i privilegi necessari per postare commenti