• Meteo
  • Forum
  • Carl Vader Blog
  • Tecnica
  • Reviews
  • Viaggi
  • Annunci Usato
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!

Tecnica

Stampa

Il Late Take Off

Inserito in Tecnica

 

Late Take Off @ Kanaha

Il grande valore aggiunto dello Stand Up Paddle Surfing rispetto al Surfing tradizionale è quello di consentire al Surfer di prendere l’onda con il c.d. Weak Take Off, ossia in maniera anticipata rispetto ad uno shortboarder e, seppure meno vistosamente, Longboarder. Tuttavia, vi sono alcuni casi in cui ci si può trovare costretti ad affettuare un Late Take Off, cioè di prendere l’onda mentre essa sta per frangere.

Questo può accadere tipicamente a causa di un errato posizionamento rispetto alla lineup, ovvero a causa di uno sneak set, cioè di una serie di onde più grandi e che quindi frangono più al largo rispetto al break.  
A parte l’appagamento che una partenza ritardata sull’onda che sta per frangere può offrire, il Late Take Off può anche essere utile come manovra evasiva. Immaginiamo che stia per arrivare un grosso set e che il paddler, uscendo, abbia quasi raggiunto la lineup. A quel punto ci si trova in una posizione che non potrebbe consentire di surfare nessuna onda del set e d’altro canto continuando a pagaiare in avanti le probabilità di essere travolti sarebbero elevate. Così basterebbe prendere, seppure in modo ritardato, una delle prime onde del set per riguadagnare una posizione relativamente sicura nell’inside.
Prima di passare ad esaminare i dettagli di tale manovra occorre premettere che l’effettuazione del Late Take Off è assai più problematica (e rischiosa) su una tavola da SUP piuttosto che su uno shortboard o su un longboard ed in presenza di onda formata non tutti possono sentirsi sicuri di tentarlo.
Vediamo ora, con l’ausilio delle seguenti immagini di esaminare la tecnica del Late Take Off.
 
Late Take Off 1
Late Take Off 2
Late Take Off 3
Late Take Off 3
 
Nella prima immagine mi trovo esattamente sulla lineup e guardando verso il largo mi accorgo di un grosso set che si avvicina. A questo punto, non avendo la possibilità di posizionarmi correttamente per prendere in anticipo un’onda del set, decido di optare per un Late Take Off e quindi inizio a girare la tavola nel verso di surfata. Nella seconda immagine, la prima onda mi raggiunge e sta per frangere ma io sono pronto per effettuare il Take Off. Le differenze rispetto ad un normale Take Off sono le seguenti:
 
  • in fase di preparazione le gambe sono posizionate piuttosto indietro sulla tavola, orientativamente nell’ultimo terzo della sua lunghezza verso poppa.
  • Una volta partiti il peso del corpo va mantenuto assolutamente sulla gamba posteriore con la schiena curva in avanti. Più l’onda è ripida maggiore dovrà essere la spinta della gamba posteriore sulla poppa della tavola.
  • Evitare di pagaiare energicamente prima di agganciare l’onda. Nel Late Take Off, infatti, non abbiamo bisogno di mantenere il peso in avanti e pagaiare come forsennati visto che tale manovra comporta il prendere l’onda quando essa raggiunge la sua massima ripidezza e potenza ed uno spostamento del baricentro sull’anteriore della tavola ne causerebbe l’inevitabile ingavonamento, cioè affondamento di prua. Occorre anche osservare che è sufficiente effettuare una o al massimo due pagaiate poco prima o durante il Late Take Off. Potendo infatti contare sulla massima spinta dell’onda, queste serviranno più che altro a darci il corretto abbrivio, cioè il migliore angolo di discesa sul face dell’onda.
 
Sia chiaro che, qualora preparato in modo corretto, il Late Take Off può essere effettuato con successo senza alcuna pagaiata. A beneficio dei meno esperti di tecnica surfistica, occorre aggiungere che il prendere in ritardo l’onda esclude qualsiasi possibilità di surfarla ma se l’onda è grande posso assicurarvi che la sensazione provata dopo un buon Take Off ritardato va ben aldilà dell’appagamento derivante dall’effettuazione di un buon Bottom Turn con annesso Cutback!
Ultima raccomandazione: tenere sempre ben presenti i propri limiti ed attenzione agli altri surfisti e/o bagnanti. Il Late Take Off su onde grandi è una manovra intrinsecamente rischiosa con, almeno all’inizio, una bassa percentuale di successo.
 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


 
 
 
e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti