• Annunci Usato
  • Reviews
  • Viaggi
  • Carl Vader Blog
  • Meteo
  • Tecnica
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Forum
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!
Stampa

Polignano a Mare Travel Report

Inserito in Viaggi

Polignano a Mare

Cosa fare se le onde proprio non arrivano? Ci si può impegnare in una bella Cruising Session, meglio ancora se organizzata con gli amici in un luogo incantevole tutto da scoprire, nella fattispecie Polignano a Mare in Puglia.

Siamo un gruppetto di amici con la passione per il mare e le onde, che annoiati dalla piatta e assetati di avventura, ha deciso di sfruttare le tavole da sup per esplorare la splendida costa di Polignano a Mare.

Abbiamo parcheggiato le auto nel porticciolo di “Molo Corto” a nord di Polignano. Nel periodo luglio-agosto è consigliato andare molto presto se si vuole trovare posto.
Scaricate le tavole, messa crema protettiva in abbondanza, è partita l’avventura!

Polignano a Mare

Abbiamo percorso circa 3,5 km di costa formata da insenature che si affacciano sul mare cristallino dalle mille sfumature e da numerose grotte scavate nella roccia dall'azione erosiva dell'acqua.
Oltre a delineare un territorio particolarmente interessante sotto il profilo speleologico, la fascia costiera è più unica che rara per bellezza; molte grotte sono visitabili solo in barca o come abbiamo fatto noi in SUP. La grotta più famosa è la Palazzese, così definita per via della sua maestosità e forse anche per l'appartenenza alla famiglia dei Miani, un tempo feudatari di Polignano.
Nelle grotte è possibile godersi un’aria fresca e questo soprattutto se all’esterno c’è il torrido caldo estivo.
Grazie ai molti corsi d'acqua sotterranei e ad un ecosistema inalterato, i fondali del mare di Polignano custodiscono specie di flora e di fauna uniche che suscitano molta attenzione in ambito scientifico e non solo: sempre di più, infatti, sono coloro che trovano interessante osservare più da vicino tali specie attraverso escursioni subacquee.
Arrivati nella baia di Port’alga abbiamo lasciato le tavole sulla spiaggia ed attraverso una scala realizzata tra le rocce abbiamo raggiunto un bar per rigenerarci con qualcosa di fresco.
Una volta rinfrescati ci siamo avviati per il ritorno, altri 3,5 km …


Antonio Bruno


e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti