• Reviews
  • Viaggi
  • Tecnica
  • Carl Vader Blog
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Meteo
  • Forum
  • Annunci Usato
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!
Stampa

Amsterdam. La città alle porte dell'IJ. A cura di Tommy Lopez

Inserito in Viaggi

frontpage

Di tanto in tanto il nostro online SUP magazine ha il privilegio di ricevere contributi in grado di trasmettere l'essenza stessa del nostro sport, o almeno di una delle sue molteplici sfaccettature.

E' il caso dell'articolo che vi proponiamo oggi, curato dal supper Tommy Lopez ed arricchito dagli splendidi scatti del fotografo Diego Restivo. Tale contributo riesce mirabilmente e sinteticamente a descriverci una delle più belle città del Nord Europa, Amsterdam, oltre che a farci percepire l'esperienza di attraversare i suoi canali. Naturalmente pagaiando su una tavola da SUP ...   

“Qui si prova più vivo che mai un certo sentimento d’inquietudine che turba sovente chi viaggia per la prima volta in Olanda. La strada corre sopra una striscia di terra che separa il fondo dell’antico mare d’Haarlem dalle acque dell’Y…. Per costrurre questa strada ferrata, che venne aperta nel 1839, prima del prosciugamento del lago d’Haarlem, si dovette sovrapporre fascine a fascine, palafitte a palafitte, pietre a pietre, sabbia a sabbia;” cit. Edmondo De Amicis

In quindici volte che ho visitato Amsterdam, mi sono ritrovato spesso ad ammirare la rete di canali artificiali lunga più di cento chilometri e con al suo interno quasi 90 isole e 1.500 ponti.

L'olandese, una volta grande esploratore e conquistatore, si è limitato a vivere in questo piccolo lembo di terra, una patch confinata dal mare del nord, e sempre minacciato dall'azione delle acque..La massa liquida, che si riversa nella zona diventata portuale, è il IJ ed
è lo sfogo del fiume Amstel (da cui deriva Amsterdam) che scorre per 31 kmnelle terre olandesi.

La nostra houseboat ( ad oggi se ne contano 10.000) è ormeggiata stabilmente nelle ferme acque del porto, proprio di fronte al Nemo Museum, che con la sua pur modesta altezza sormonta lo skyline del centro storico della città. Impiego  il primo giorno  per perlustrare le vie di acqua e di terra di questa Venezia del nord con Diego, il fotografo italiano ormai residente in Olanda da 15 anni e che mi accompagnerà nel giro.

Durante la strada, Diego mi racconta la storia degli scavi del XVII secolo, l'ingegno di strappare la terra al mare e la pretesa di riuscire a rendere vivibile un intricatissimo pianeta d'acqua, che da hilversum circondava la regione nordica. Nata come un piccolo villaggio di pescatori, Amsterdam divenne uno dei centri commerciali più importanti del mondo durante l' età d'oro olandese del 17 ° secolo. Nei secoli 19 e 20, la città si espanse in tutte le
direzioni, con molti nuovi quartieri e sobborghi progettati in stile modernista.

Dove una volta la spiaggia accarezzava le onde e il suono del mare riempiva l aria, adesso c'è  la vita umana con tutto il suo via vai di navi cargo prima e con i battelli per turisti dopo. La sveglia alle 7 di un giorno di novembre è fredda e non ha lo stesso sapore di quando l'ho puntata poche ore dopo una lunga notte di lavoro per finta. Il sup tocca l'acqua quando la pioggerellina mattutina lascia un timido sole che ci accompagnerà lungo tutta la giornata

Info: periodo migliore primavera/estate.
Accessi in acqua praticamente infiniti.
Diverse scuole/noleggio sup
Evitate i canali maggiori

Per questo viaggio abbiamo usato sup Safe 10.6 gonfiabile

Testo/supper Tommy Lopez
Crewlopez.com

Foto Diego Restivo
Diegorestivo.com
Amsterdam

Paddling

e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti