• Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Viaggi
  • Carl Vader Blog
  • Meteo
  • Reviews
  • Forum
  • Annunci Usato
  • Tecnica
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!
Stampa

Chia, la perla blu

Inserito in Viaggi

Chia, the blue pearl

Chia, una splendida baia situata sulla costa Sud della Sardegna, è uno dei più famosi Surf spot dell’isola mediterranea.  (Click on the Flag English version for the English version)

In presenza di condizioni favorevoli può ovviamente diventare un ottimo spot per la pratica del SUP Surfing.

  • Come arrivare
    Arrivare a Chia è piuttosto semplice, dal momento che essa si trova a circa 50 Km a Sud Ovest di Cagliari. Proprio in virtù della vicinanza dellla città sarda  a Chia, vi consigliamo traghetti con tale destinazione piuttosto che Olbia o Golfo Aranci , dato che in quest’ultimo caso sarete costretti ad attraversare in auto praticamente tutta l’isola (stiamo parlando di oltre 300 Km). Se proprio sceglierete tale opzione, è sufficiente entrare sulla SS 131 Carlo Felice e procedere lungo tale strada fino a Cagliari. In ogni caso vi consigliamo di prenotare i traghetti su tratte notturne. Così facendo, guadagnerete due giorni di permanenza. Le compagnie marittime che effettuano il servizio da e per l’Isola (Sardinia Ferries, Moby, Tirrenia e Snav, tanto per citare le principali) offrono spesso condizioni particolarmente vantaggiose, superfluo aggiungere in bassa e media stagione.  Arrivare in aereo è naturalmente un’altra opzione ma avrete comunque bisogno di un auto sull’isola e, aspetto da non sottovalutare, imbarcare la vostra SUP board, con tutte le complicazioni che tale scelta comporta, visto che presso lo spot non è possibile noleggiare tavole da Stand Up Paddling.
    Per raggiungere lo spot da Cagliari è sufficiente entrare sulla SS 195 e seguire le indicazioni per Santa Margherita di Pula. Chia si trova a circa 16 Km da quest’ultima cittadina. Lungo il percorso vi sono numerosi hotel e campeggi e se non avete prenotato un pacchetto prima della partenza, potrete trovare sicuramente la migliore sistemazione per il vostro budget.

 

  • Hotel
    Se siete orientati verso la sistemazione in Hotel, vi consigliamo il Flamingo, che si trova a circa 4 Km da Santa Margherita di Pula. In realtà si tratta di due Hotel in uno: il “Mare & Pineta Hotel” ed il Flamingo. Se è vero che il primo è classificato come 3 stelle lo è altrettanto il fatto che esso condivide con il Flamingo i principali servizi che comprendono: un ristorante da molto buono ad eccellente, un’ampia lounge con servizio bar, una piscina all’aperto, un moderno Fitness Center ,  un Campo da Tennis in cemento, un parcheggio aperto 24 ore, occasionali tour desk, il servizio di ristorazione ecc. L’unico servizio assente è la presenza di un Hotspot WIFI con connessione Internet.  Per maggiori informazioni  vi invitiamo a visitare il sito Top Sardinia al seguente indirizzo: 
    www.topsardinia.it/struttura.php?tabella=strutture&ID=2073  Se intendete prenotare richiedete espressamente una stanza che non si trovi nell’edificio principale, possibilmente al primo piano. Ciò da un lato vi eviterà il passaggio dalla Hall principale con attrezzature se intendete lasciarle in albergo, dall’altro vi assicurerà notti più tranquille in quanto il ristorante è situato proprio sotto le stanze del complesso principale ed il rumore proveniente da esso è semplicemente insopportabile già dalle 7 del mattino, quando gli inservienti iniziano a predisporlo per la colazione ed in serata quasi fino alla mezzanotte.

 

  • Campeggi
    Se preferite la sistemazione in campeggio qui la scelta è davvero facile, dato che uno è situato proprio nei pressi dello spot. Per raggiungerlo, da Viale Chia (direzione Domus De Maria, Chia) girate a sinistra impegnando Viale Spartivento. A questo punto è sufficiente seguire le indicazioni per il campeggio, che comunque si trova alla quarta uscita a sinistra. Il campeggio stesso è anche dotato di un’area parcheggio separata e custodita. Per soli 3 € potrete lasciare lì la vostra auto potendo quindi contare su una maggiore tranquillità se intendete lasciare  oggetti di valore a bordo. Non che comunque il fenomeno dei topi di auto sia così prominente in Terra Sarda. Per quanto ci riguarda, lasciamo sempre la nostra auto presso quel parcheggio, non solo per motivi (trascurabili) di sicurezza ma anche per lo scenario offerto dalla zona in cui si trova quel campeggio.  Infatti esso si trova proprio di fronte ad un grosso stagno o, se preferite, piccolo lago (lo Stagno Spartivento) dalle acque basse e limpidissime. Lo spot si raggiunge a piedi camminando per circa 300 m lungo un sentiero che costeggia lo Stagno Spartivento, dove è possibile scorgere il raro Fenicottero Rosa.
Chia, the blue pearl

Chia, the blue pearl
 
  • Lo spot
    Passando ad una descrizione dello spot, esso si trova in una spettacolare e grossa baia che sembra uscita dalla scenografia di un film sui pirati. Una spiaggia di quasi un Km e mezzo di sabbia bianchissima con un isolotto (Su Giudeu) che si trova al centro. La baia è poi delimitata da due punte alle estremità di Nord Est e di Sud Ovest. Il contrasto esistente fra la sabbia bianca, le aspre rocce che delimitano la baia, così tipiche dei paesaggi sardi, le macchie verdi di vegetazione mediterranea e l’acqua di color turchese con altre numerose sfumature fra il blu ed il verde, è semplicemente irresistibile.Sebbene praticare il SUP Cruising a Chia e nei dintorni dello spot sia ovviamente molto appagante, dato il colpo d’occhio , stiamo comunque parlando di uno spot ideale per la pratica del SUP Surfing. Come funziona quindi tale spot, cioè, come di dice in gergo “quando lavora”? Ebbene, quando in presenza di due o più giornate di forte vento da SE (visitate il sito Windguru all’indirizzo www.windguru.cz/it/index.php?sc=49178), Chia è una sicura scommessa.  Se siete anche appassionati di Windsurfing o Kiteboarding potrete “monetizzare” al meglio le giornate ventose in attesa della scaduta con vento leggero o assente. Lo scenario tipico è infatti quello che vede soffiare il SE per un paio o addirittura 3 giorni consecutivi con intensità spesso crescente, per poi girare a WNW oppure, più raramente, calare del tutto. Data l’ampiezza dell’area di Fetch (per una illustrazione del concetto di Fetch si suggerisce la lettura dell’articolo sulle onde presente nella sezione meteo di cui al seguente indirizzo: www.standuppaddling.it/index.php?option=com_content&task=view&id=41&Itemid=45) che di fatto con tale pattern metereologico si estende dalle coste del Nord Africa fino alla costa Sud sarda, le mareggiate da SE crescono rapidamente a Chia, ma perdono energia lentamente, rispetto ad altri spot mediterranei. A tutto questo aggiungasi il fatto che la conformazione dello spot è tale da amplificare le onde, oltre che migliorarne la qualità. Occorre tenere presente, però, che la natura delle onde a Chia è estremamente differente a seconda che si decida di surfare le onde prossime alla punta  di NE o quelle del break centrale, fino all’isolotto di Su Giudeu. Il motivo deve essere ricercato nel differente tipo di fondale esistente in corrispondenza dei due mini-spot, roccioso nel primo caso e sabbioso nel secondo,  essendo dunque quest’ultimo un potentissimo beach break. Nessun canale di uscita degno di essere segnalato, così in presenza di una grossa mareggiata, superare la lineup può essere realmente frustrante. Il primo minispot , quello con fondale roccioso, è meno impegnativo e quindi saremmo tentati di suggerirvelo se non fosse per il fatto, assolutamente scontato, che può diventare piuttosto affollato da shortboarders se le condizioni sono buone. Sapete come la pensiamo in questi casi: se avete la possibilità di spostarvi, sia pure su uno spot meno qualitativo ma, come nella fattispecie, più impegnativo, fatelo senza pensarci due volte. Così spesso vi ritroverete a surfare il minispot centrale cioè, in sostanza, un’onda veloce, corta e potentissima che vi garantirà takeoff verticalismi, brevi tubes, e … wipeout pesanti in quantità industriali. Proprio a tal proposito, fate molta attenzione,dato che il fondale sabbioso è molto basso e quando le condizioni sono veramente grosse, indossare un elmetto ed una impact vest è fortemente raccomandato. Altri pericoli da menzionare sono la forte corrente in presenza di grosse mareggiate e, in tarda Primavera ed Estate, gli occasionali bagnanti che nuotano vicini al break.  In conclusione, amiamo questo spot per la sua immensa bellezza  e per le eccellenti condizioni che può regalare a tutti gli appassionati di sport acquatici.

 

  • Spot alternativi
    Se a Chia c’è troppo vento o la mareggiata è veramente grossa, potete ancora regalarvi una eccellente SUP Surfing session dirigendovi verso Santa Margherita di Pula nelle cui vicinanze vi sono alcuni break molto intressanti, in modo particolare a sinistra (guardando verso il mare) dell’hotel Flamingo. Anche in questo caso, comunque, prestate attenzione ai local che frequentano tali spot assiduamente.

 

  • Suggerimenti
    Mesi migliori: e’ preferibile non visitare Chia a Luglio ed Agosto per due motivi: le condizioni non sono statisticamente ottimali e lo spot è invaso da un esercito di turisti e bagnanti. I mesi migliori sono quelli che vanno da Aprile ad inizio Giugno e da metà Settembre a fine Ottobre;
    Tavola da SUP ed attrezzature da Windsurfing/Kitesurfing: avete bisogno di una tavola dedicate al SUP Surfing. Punto. Per quanto riguarda le attrezzature da Windsurfing e Kitesurfing, scegliete tavole piccole dedicate al wave riding, vele al massimo di 5,4 m ed ali non superiori ai 10 m quadrati.
    Localismo: il localismo non è un fenomeno di rilievo a Chia. D’altro canto il nostro motto è sempre “give respect and take respect”, senza contare il fatto che preferiamo comunque surfare break non affollati da shortboarders;
    Ristoranti: il Mirage è un eccellente Ristorante / Bar situato a circa 4 km da Chia in direzione Santa Margherita di Pula dove potrete gustare, fra l’altro, piatti tipici sardi (non perdetevi gli “Spaghetti alla Bottarga) ed un eccellente Espresso.
    Stay connected:  essere costantemente aggiornati sulle previsioni meteo è essenziale. Se l’Hotel o camping da voi scelto non è dotato di Hotspot WIFI o altro tipo di connessione al Web, munitevi di Internet Key o di uno smartphone con connessione ad Internet!
    Posti da visitare:  una visita a Capo Spartivento, guidando lungo la panoramica strada Viale Chia, è semplicemente imperdibile.
    Limiti di velocità:  due cattive notizie: la prima è che I limiti di velocità lungo la SS195 e Viale Chia sono ridicoli, dato che per lo più sono fissati a 50 Km/h.  La seconda è che essi vengono fatti rispettare da pattuglie spesso ben occultate. Non date retta a segnali che riportano 90 come limite di velocità nell’area. Se ci fate caso sono stati modificati da qualche automobilista frustato ed indispettito dalla situazione. A proposito, non dimenticatevi di tenere gli anabbaglianti accesi anche nelle ore diurne e di allacciarvi le cinture (OK, questo lo diamo per scontato ma è bene ricordarlo) …

Chia, the blue pearl

e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti