• Meteo
  • Reviews
  • Annunci Usato
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Forum
  • Carl Vader Blog
  • Viaggi
  • Tecnica
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!

Kiteboarding

Stampa

Watermania: RRD K Free 2013 Kiteboard Review

Inserito in Kiteboarding

RRD K Free Review

Nuovo review nella sezione Watermania Kiteboarding.  E’ la volta di una tavola Freerace capace di allietare le light wind session degli appassionati di tale sport. Check it out!

  • Introduzione

Race o Freerace? Questo il dilemma, direbbe Shakespeare. Sono ormai cinque anni che la disciplina del kiteboarding racing si è rapidamente diffusa coinvolgendo atleti e brand nella ricerca e sviluppo di tavole ed ali sempre più veloci e performanti, anche in condizioni di vento leggerissimo. Ma c’è il rovescio della medaglia: l’estremizzazione dei materiali  li ha resi sempre più adatti all’uso agonistico e molto meno a quello ricreativo. In modo particolare le tavole hanno raggiunto sensazionali  prestazioni velocistiche anche in angoli di navigazione estremi  ma al costo di una estrema difficoltà di conduzione e manovra (virata, strambata). E’ così sorta l’esigenza di offrire ad un ampia cerchia di rider tavole meno estreme di quelle racing, che mantenessero alcune caratteristiche di queste ultime, senza risultare eccessivamente tecniche nel bordeggio e nei cambi di direzione; ecco nascere le cosidette tavole freerace. L’Airush Sector è stata una delle antesignane seguita, via via, da altri modelli dei pricipali brand. L’RRD K Free, oggetto del presente test, è tra queste.

  • Caratteristiche

La tavola è lunga 175 cm. e larga 60. Rispetto ad una classica raceboard le dimensioni e lo spessore sono inferiori. Il disegno diamond tail riduce la pressione sulla poppa quando si naviga veloci al gran lasco. L’outline è piuttosto armonioso. Le pinne sono tre e la loro lunghezza è pari a 22 cm.. Non è prevista la possibilità di adottare una configurazione quad. I bordi, rispetto ad una tavola race, sono meno spessi ed affilati, entro certi limiti si può anche navigare con la tavola lggermente inclinata. La costruzione Cobra è raffinata e leggerissima, pads e straps sono di qualità assoluta (Da Kine). Queste ultime possono essere montate nella configurazione a quattro straps nei tasselli esterni o tre in quelli interni. Raccomandiamo di adottare il primo set up anche se si usa la K Free per saltare.

  • Performance

Elevatissima velocità nelle andature portanti, questa è la caratteristica che emerge dai primi bordi. Con un kite race da 13 mt. (Ozone Edge 2013) abbiamo raggiunto al gran lasco una velocità massima di 40,2 Km/h in appena 12 nodi, potete osservare il grafico del GPS tra le immagini. Ma questo non significa che la K Free sia svantaggiata d bolina. Certo, rispetto ad una Airush Sector 60 configurata quad la tavola RRD, equipaggiata con tre pinne, paga dazio ma lo svantaggio nelle andature upwind viene ampiamente ripagato dalla maggiore velocità in quelle portanti. Il disegno di carena molto armonioso ed efficace assorbe bene il chop. Rispetto alla race RRD K Rapida Special, la RRD K Free può essere considerata a pieno titolo una tavola slalom. Strambare con essa anche ad alta velocità è semplicissimo. Nella curva è necessario però tenere le linee dell’ala in tensione. Capita infatti, soprattutto con poco vento ed ali grandi, che la velocità della tavola al lasco sia superiore, nell’inversione, a quella dell’ala che di converso può rimanere un pelino arretrata e perdere in manovrabilità;  si può ovviare facilmente a questo problema diminuendo la velocità di entrata in manovra e mantenendo quindi le linee tese. La strambata con la rotazione dell’ala, utile soprattutto con le grandi tavole race, non è necessaria. La virata è anch’essa piuttosto intuitiva ma, in questo caso, occorre non sbilanciare il corpo troppo in avanti sbandando la prua in acqua. Si direbbe che la K Free esprima le principali doti in navigazione e nei cambi di direzione, ma non è così. Con essa è possibile anche saltare: back, front ed alcuni tricks aerei risultano possibili. In questo caso però con le straps montate nelle posizioni esterne occorre una certa sensibilità. Ciò nondimeno raccomandiamo proprio questo set up per massimizzare le doti velocistiche della tavola. Risalire il vento per miglia e lanciarsi poi in laschi mozzafiato, ciò appartiene al DNA della K Free ma senza perdere in duttilità nei salti e tricks basici. Come scalare un pendio con la MTB e scendere a velocità elevatissime. Riteniamo quindi questo prodotto del brand italiano altamente raccomandabile in virtù delle elevatissime prestazioni di navigazione e della discreta duttilità nei salti.

PLANATA - Rispetto ad una freerace equipaggiata con 4 pinne la K Free nei limiti inferiori di vento richiede un’ala potente; in questo caso si può sfruttare l’attitudine della tavola a navigare veloce ed a superare i buchi di vento.

BOLINA
- Le tre pinne lavorando in sinergia con il disegno di carena consentono di navigare con ottimi angoli di bolina, avremmo preferito la possibilità di adottare anche una configurazione quad fin.

GRAN LASCO - Assolutamente eccellente. Una delle tavole più veloci mai testate! Pare andare su un binario anche in andature molto larghe. Trovare il giusto assetto al gran lasco è semplicissimo.

VELOCITA' - Lo abbiamo detto, di bolina è ottima, al gran lasco ed al traverso è di assoluto riferimento.

COMFORT DI NAVIGAZIONE - Eccellente, con il chop la K Free riesce a mantenere il pieno controllo senza affaticare le gambe.
 
MANOVRABILITA' - Notevolissima, la tavola risponde immediatamente alla pressione dei piedi. Strambare con la K Free è davvero semplice. In virata occorre più attenzione.
 
SALTI - Tricks aerei basici e salti possono essere effettuati senza grossi problemi; attenzione però alla pinne ed al tipo di costruzione alleggerita che evidentemente non sopporta elevati stress da atterraggi duri.
 

  • In sintesi

 qualità costruttiva, peso ridotto, velocissima al gran lasco e piuttosto performante anche di bolina, abbastanza duttile nei salti e tricks basici.
  non è possibile adottare la configurazione quad fin, prezzo elevato.
e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti