Stampa

GoPro Hero 8 Black preview

Inserito in Previews

frontpage

Lo scorso primo ottobre GoPro ha introdotto, insieme alla GoPro Max, l’attesissima GoPro Hero 8 Black che succede alla settima versione della celeberrima action cam.

  • Il mercato delle action cam

Nel corso degli ultimi anni l’azienda californiana ha subito un sensibile ridimensionamento grazie ad alcune ristrutturazioni, leggasi licenziamenti e razionalizzazione della produzione. I motivi che hanno spinto quella che è comunque ancora l’azienda leader del mercato delle action cam ad intraprendere queste manovre dolorose sono molteplici. Pensiamo, ad esempio, alla frettolosa entrata, rivelatasi poi un fiasco, nel mercato dei droni, da sempre dominato da DJI, almeno a livello consumer e prosumer. Ma anche al percorso inverso compiuto da DJI stessa, che lo scorso anno è entrata a gamba tesa sul mercato delle action cam con la Osmo Action. Quest’ultima è stata premiata da un notevole successo commerciale, grazie alle sue interessanti e per certi versi uniche caratteristiche tecniche ad un prezzo di lancio piuttosto aggressivo. DJI ha avuto quindi successo laddove produttori del calibro di Nikon, Sony e Garmin, tanto per citarne tre, avevano fallito riuscendo quanto meno a scalfire la leadership di GoPro. Ciò non ha fatto che rendere ancora più competitiva questa nicchia di mercato, costringendo quindi GoPro ad adeguarsi, sia strutturalmente che a livello tecnologico.
Memore degli errori commessi con alcuni modelli passati dimostratisi scarsamente evolutivi rispetto ai precedenti, dallo scorso anno GoPro è tornata sulla strada che per anni ne aveva caratterizzato il percorso (di successo), quella cioè di puntare su significativi upgrade dei modelli prodotti. E’ il caso della GoPro Hero 8 Black.

GoPro Hero 8 Black

  • GoPro Hero 7 Black Vs. GoPro Hero 8 Black

La prima differenza significativa rispetto al modello principale consiste nella vocazione, decisamente orientata al vlogging, della Hero 8 Black. Essa è quindi in grado di operare in sinergia con alcuni nuovi accessori originali GoPro che includono un microfono esterno, uno schermo orientabile e luci led, tanto per citarne tre. Con questa mossa GoPro si accinge dunque a creare un ecosistema che sicuramente farà piacere a tutti i vlogger/YouTuber. Tuttavia per la disponibilità di questi nuovi accessori occorrerà attendere il 2020. Di seguito quelle che a nostro avviso sono le specifiche più rilevanti a livello meramente tecnico.

Hyper Smooth 2.0

La seconda versione della tecnologia digitale (NON ottica, è bene sottolinearlo) di stabilizzazione introdotta da GoPro con la Hero 7 Black rappresenta un significativo passo avanti. Non solo essa è ora disponibile per tutti i frame rate, ma può essere ulteriormente migliorata, a prezzo di un leggero crop, con il c.d. “Boost Mode” che consente di ottenere video stabilizzati quasi quanto quelli ottenuti mediante l’impiego di un Gimbal professionale.

Assenza di uno Skeleton

Tutte le vecchie GoPro avevano bisogno di essere racchiuse in un frame di plastica, che, soggetto com’era a rotture, è stato foriero di molte perdite GoPro in mare. Ebbene, la nuova GoPro Hero 8 Black ha integrato un sistema di connessione a scomparsa che può essere ingaggiato o meno a seconda delle necessità. La buona notizia – e ci mancherebbe! – è che esso è compatibile con tutti i vecchi mount. L’assenza del frame fa della Hero 8 Black una action cam più leggera del 14% circa rispetto al vecchio modello.

Bitrate

Malgrado non ci siano differenze significative nella modalità video e relativi framerate fra la Hero 7 e la 8 Black, il bitrate in 4K sale da 78 a 100 Mbps, ovviamente sfruttando la modalità Protune.

Lenti digitali

Quello che prima era semplicemente il campo visivo da associare a ciascuna risoluzione di ripresa è ora facilmente selezionabile per ciascuna di esse. GoPro ha battezzato questa feature con il termine di Digital Lenses. Esso simula quindi il cambio dell’obiettivo sulla action cam. La differenza è che si può passare da una lente digitale all’altra in pochi secondi, anche eventualmente configurando opportunamente alcuni tasti.
Non è questa la sede per parlare di altre interessanti novità introdotte da GoPro con la sua nuova “ammiraglia”, cosa che ci ripromettiamo di fare in sede di review di questa action cam.

 

  • Conclusioni

Malgrado “sotto il cofano” la GoPro Hero 8 Black sfrutti lo stesso chipset proprietario (gp1) del modello precedente e che quindi le migliori prestazioni su certi versanti siano da attribuire al SW, la GoPro Hero 8 Black rappresenta un upgrade significativo a livello di usabilità introducendo tutta una serie di novità che ne fanno una perfetta vlogging machine.GoPro Logo

e-max.it: your social media marketing partner