• Carl Vader Blog
  • Reviews
  • Meteo
  • Viaggi
  • Annunci Usato
  • Forum
  • Tecnica
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!
Stampa

JP Surf Wide Body 8’'2''’’ PRO Review

Inserito in Reviews

JP Surf Wide Body 8,2 Review

Dopo avervi proposto il preview del JP Surf Wide Body 8’2’’ PRO è la volta, finalmente, del completo review di questa interessante SUP surfboard. English Version



  • Introduzione

La linea JP Surf Wide Body, progettata in modo specifico per surfare al meglio le onde di beach break, comprende tre shape: 7’4’’ X 31’’, 8’2’’ X 32’’ ed il nuovo 8’8’’ X 32’’. Ogni tavola è disponibile in due diverse tecnologie: Full Carbon (PRO) e Wood Sandwich con finitura lucida (WS-GL). La tavola da noi testata, appunto la 8’2’’ PRO, è dunque quella intermedia della linea Surf Wide Body. Di seguito le caratteristiche tecniche della tavola.

JP Surf Wide Body 8,2

AGGIORNAMENTO IMPORTANTE: la tecnologia costruttiva non è Full Carbon ma "PVC sandwich".   
  
  • Shape

Sostanzialmente il JP 8’2’’ risponde ai canoni progettuali degli Egg Shape e quindi ricorda da vicino le tavole Fish destinate al Surf da onda. Werner Gnigler, lo shaper JP, è quindi andato sul sicuro riproponendo ed adattando al campo dello Stand Up Paddling un progetto funzionale senza farsi tentare da soluzioni particolarmente innovative. Partiamo quindi dalla prua, molto arrotondata e piuttosto larga e quindi di tipo rounded-point. La larghezza massima di 32’’ viene raggiunta dalla tavola intorno a metà lunghezza. La poppa è invece piuttosto sfinata e di tipo Moon Tail.

JP Surf Wide Body 8,2 PRO

L’opera viva si distingue per un mono-concavo, presente nella sezione di prua, che via via si appiattisce per lasciare il posto ad una V che invece diventa sempre più marcata verso poppa.

JP Surf Wide Body 8,2 PRO

JP Surf Wide Body 8,2 PRO

La coperta è piuttosto piatta, soprattutto nell’area di stance di pagaiata, in modo tale da migliorare l’equilibrio del paddle surfer. La linea scoop-rocker è piuttosto progressiva ma comunque caratterizzata da un discreto nose e tail kick. I rail sono arrotondati per gran parte della lunghezza della tavola e più scolpiti verso poppa. La sola configurazione di pinne consentita è quella Quad. In definitiva, lo shape appare piuttosto equilibrato e senza particolari fronzoli.

      
   
  • Costruzione e caratteristiche

Il JP Surf Wide Body 8’2’’ Pro è realizzato in tecnologia PVC sandwich che ne assicura una eccellente resistenza agli urti, rigidità e leggerezza. Parlando di quest’ultimo aspetto, il dato riscontrato sul peso è di tutto rispetto: solo 7,5 Kg con pinne, che ne fanno una tavola estremamente leggera nel suo range di dimensioni e volume. Per quanto riguarda gli accessori, la tavola è equipaggiata con un ottima maniglia incavata dotata di cornice interna che ne facilita il trasporto, soprattutto con mani bagnate. Il Pad in EVA, serigrafato e dotato di Tail Kick, è in grado di offrire un ottimo grip. La tavola è inoltre dotata di scassa per il montaggio di un Windsurfing Rig per la pratica del SUP Sailing. Ma le sorprese non finiscono qui. Essa infatti è equipaggiata con un innesto FCS a prua per il montaggio di Action Cams che supportano, appunto, l’FCS Mount, come ad esempio le GoPro. Se quindi troviamo due inserti che faranno felici gli amanti del SUP Sailing ed i possessori di GoPro, sorprende l’assenza di una valvola di sfiato. Ovviamente si tratta di un’altra buona notizia che segnaliamo a titolo di curiosità. Sul fronte delle pecche a livello costruttivo è da segnalare il fatto che le serigrafie tendono a subire leggere abrasioni. Inoltre le pinne sono purtroppo di scarsa qualità e non certo all’altezza di quella costruttiva nel suo complesso che, anche a fronte del problema sulle serigrafie, è elevatissima. Sottolineiamo che la tavola è prodotta in Thailandia presso la factory Cobra quella che da tempo assicura i più alti standard qualitativi, oltre a possedere un know-how, a livello di tecniche costruttive, impareggiabile. 

JP Surf Wide Body 8,2 PRO

JP Surf Wide Body 8,2 PRO
 
JP Surf Wide Body 8,2 PRO
 
JP Surf Wide Body 8,2 PRO

JP Surf Wide Body 8,2 PRO
  
  • In acqua

Abbiamo testato il JP Surf Wide Body 8’2’’ PRO essenzialmente su onde di beach break alte da 50 cm fino a circa 2 m.

Stabilità - Come atteso, La stabilità laterale della tavola si è rivelata essere eccellente anche per SUP Surfer pesanti.

Row - Sebbene il JP Surf Wide Body 8’2’’ sia in grado di effettuare turn strettissimi sulle onde, l’effetto Row si è rivelato essere sorprendentemente ridotto.

Takeoff - Da discreto a buono per una tavola nel range che va da 8’ a 8’5’’.

Tendenza all’ingavonamento - Su onde non particolarmente ripide il nose sinking si è rivelato essere quasi del tutto assente. Su onde potenti e ripide (comunque non le condizioni ideali di impiego di tale tavola) la prua larga e voluminosa può causare ingavonamenti. Effettuare il Takeoff con la tavola disassata rispetto al fronte dell’onda e applicando maggiore pressione sul piede posteriore è imperativo allo scopo di limitare il problema.

Carving - Come abbiamo già anticipato parlando dell’effetto Row, il JP Surf Wide Body 8’2’’ permette l’effettuazione di turn piuttosto stretti accompagnati da un deciso feeling di derapata, come se sotto i piedi si avesse uno skateboard. Questa scioltezza in surfata è inoltre accompagnata da una piacevole sensazione di stabilità. Anche fra onde alte, ripide e potenti la tavola, malgrado la sua combinazione fra il volume (relativamente elevato) e la notevole larghezza, non trasmette al paddle surfer una sensazione di eccessiva pressione di bordo tale da complicare oltremodo la transizione rail to rail e quindi la redirezione. I paddler di peso medio e ai leggeri (ai quali è peraltro raccomandato il Surf Wide Body 7’4’’) dovranno ovviamente applicare una maggiore pressione sui rail nelle redirezioni. Resta il fatto che stiamo parlando di condizioni che non rappresentano certo il campo ideale di impiego di tale tavola. Essa si esprime quindi al meglio fra le onde di beach break mantenendosi sempre molto reattiva e al tempo stesso in grado di perdonare gli errori. In una parola, facile, anche in presenza di acqua particolarmente increspata e di vento sostenuto. Come atteso la trazione è nella media il tutto a vantaggio della scioltezza, sempre però nel caso di onde di beach break di grandezza piccola media. Mentre la velocità nel breve è soddisfacente, sulle sezioni più ripide e quindi in grado di far guadagnare alla tavola la massima velocità essa tende ad essere ovviamente limitata rispetto a quella ottenibile con shape più stretti e linea scoop-rocker più veloce.

Superamento delle onde
- Molto facile anche per i paddle surfer pesanti grazie alla notevole stabilità garantita dalla larghezza massima dello shape non indifferente e dalla buona distribuzione dei volumi.

Nose riding - La prua larga ed abbastanza voluminosa, se di intralcio fra onde ripide, costituisce un asset per gli amanti del Nose Riding, anche se ovviamente non si tratta di una tavola ad essi espressamente dedicata.

Target di impiego - La tavola è indirizzata in primis ai paddle surfer intermedi e di skill elevato che frequentano soprattutto beach break. La sua stabilità e facilità e quindi, in una parola, accessibilità,  la rendono anche una discreta tavola adatta ai principianti di peso inferiore ai 65 Kg, soprattutto se provenienti da altri sport acquatici e non di scivolamento e quindi già in possesso di buone doti di equilibrio.

Condizioni ideali di impiego - Non ci sarebbe bisogno di sottolinearlo di nuovo: onde di beach break piccole e di altezza media non troppo ripide, quelle che cioè caratterizzano gran parte degli spot mediterranei. Come abbiamo visto, però, la tavola è usabile anche con onde più grosse, ripide ed ordinate.

Suggerimenti - Si può ottenere il massimo in surfata dal Wide Body pilotandolo off the tail. Al solito raccomandiamo il legs pumping per guadagnare la massima velocità su sezioni inconsistenti.

 


            
  • Conclusioni e verdetto

Il JP Surf Wide Body 8’2’’ PRO si è rivelato essere particolarmente a suo agio nei nostri beach break, grazie ad un eccellente combinazione di stabilità e scioltezza in surfata. Essa è anche una delle tavole più leggere che abbiamo avuto modo di provare fino ad oggi, oltre ad essere dotata di innesto FCS per GoPro e scassa per la pratica del SUP Sailing. Certo, le pinne non sono all’altezza della tecnologia costruttiva della tavola e le serigrafie sono occasionalmente soggette ad abrasioni, ma ciò nulla toglie alla validità di un progetto che raccomandiamo senza esitazione ai paddle surfer che sono alla ricerca di una tavola facile, divertente e al tempo stesso piuttosto prestazionale nel suo campo ideale di impiego.

 

Suitability
  

Alcuni anni fa, prima dell’avvento delle tavole multi-fin, JP Australia presentò la popolarissima linea di tavole da Windsurfing “Real World Wave” con l’obiettivo di mettere a disposizione degli appassionati di tale sport shape estremamente accessibili e al tempo stesso performanti per condizioni non certo perfette come quelle della maggior parte degli spot mondiali. Ebbene, come windsurfer abbiamo amato quelle tavole, in modo particolare il “Real World Wave 91”, quanto ora la tavola oggetto di questo review come SUP surfer. Il JP Surf Wide Body PRO 8’2’’ PRO è infatti una eccellente tavola in grado di massimizzare il divertimento fra i beach break. Come tale essa è altamente raccomandata.

Pros  Eccellente livello di performance su onde di beach break – molto stabile – piuttosto loose a basse velocità – presenza di inserti per connettere un Windsurfing rig e Action Camera dotate di FCS mount  - molto leggera – eccellente resistenza agli urti.

Cons  Ammette il solo setup di pinne Quad – pinne di serie di scarsa qualità – serigrafie occasionalmente soggette ad abrasioni.

 

Highly Recommended!

 

JP Surf Wide Body 8,2 PRO

 

Visitate il sito del Produttore all'indirizzo jp-australia.com/2013/sup/

e-max.it: your social media marketing partner

Non hai i privilegi necessari per postare commenti