• Viaggi
  • Carl Vader Blog
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Annunci Usato
  • Tecnica
  • Reviews
  • Meteo
  • Forum
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!
Stampa

Starboard 7'7''X27'' PRO Review

Inserito in Reviews

Starboard 7,7X25 PRO Review

Dopo mesi di test vi proponiamo il review completo della tavola Starboard 7'7''X27'' PRO. Leggi tutto: Nuova collezione Hibiscus da Railsaver PRO!

 

Introduzione

Introduzione

La linea Starboard SUP PRO comprende 7 tavole destinate, come il nome lascia intendere, al SUP surfer esperto con velleità agonistiche. Oggetto di questo review è Il modello 7’7’’X27’’ ormai in produzione da due anni e destinato a paddle surfer di peso non superiore ai 70 Kg., almeno stando alle indicazioni del Produttore. La versione testata è quella realizzata in tecnologia Brushed Carbon ma tale shape è anche disponibile nelle tecnologie AST e Wood. Sul sito Starboard  SUP il 7’7’’ è definito come espressamente progettato – traduciamo letteralmente – “per rider che non vogliono barriere sulle performance”. Tempo allora di confutare o meno tale affermazione, non senza prima proporvi una completa panoramica tecnica su tale interessante prodotto.

Starboard 7,7X25 PRO Review - Tech Data

Starboard 7,7X25 PRO Review

Shape

Shape

In passato via abbiamo parlato in questo articolo delle caratteristiche salienti delle tavole usate dai pro a livello agonistico e quindi sostanzialmente nelle gare dello Stand Up World Tour. Si tratta di shape stretti ed al tempo stesso relativamente lunghi e poco voluminosi che assicurano comunque una sufficiente galleggiabilità e stabilità laterale ai paddle surfer esperti che rientrano in determinati limiti di peso. Il 7’7’’ non costituisce certo una eccezione con una larghezza di 27’’ e spessore e volume rispettivamente di 3.8’’ e 92 Lt. La prua è di tipo rounded point mentre la poppa è una stretta rounded square. La larghezza massima è raggiunta più o meno a metà della lunghezza. La carena è caratterizzata da un mono concavo che si attenua gradualmente fino alla poppa. Molto interessante la linea scoop-rocker, che presenta un nose e tail kick moderati ma è al tempo stesso piuttosto piatta per gran parte della lunghezza e quindi orientata alla velocità. I bordi sono abbastanza sottili e definiti per gran parte della lunghezza, addirittura più scolpiti verso poppa. 

Starboard 7,7X25 PRO Review

Caratteristiche

Caratteristiche

Come dicevamo, abbiamo testato la versione del 7’7’’ PRO Brushed Carbon, realizzata in Carbonio ultraleggero a doppio asse laminato su una struttura sandwich che comprende un foam impermeabile ad alta densità ed un nucleo a cella fusa. In teoria l'impiego di una tecnologia di questo tipo dovrebbe portare ad uno shape estremamente rigido, senza quelle doti di flex assolutamente richieste per assicurare al rider il miglior feedback dalla tavola nel SUP Surfing. Proprio per questo i tecnici Starboard hanno provveduto ad ottimizzare le trame del carbonio in modo tale, dunque, da limitare l’eccessiva rigidità dello shape. Il peso finale della tavola con pinne lascia davvero senza parole: appena 5.9 Kg, rendendola di fatto di gran lunga la tavole più leggera da noi testata fino ad oggi. A livello di accessori la tavola non è dotata di alcun pad in quanto la coperta è trattata con una speciale finitura che dovrebbe assicurare un soddisfacente grip al paddle surfer. Parliamo dello "Startouch Finish" che a nostro avviso non rappresenta però una soluzione soddisfacente e quindi raccomandiamo almeno l’acquisto di un buon Tail Pad e di applicare wax sulla coperta come su una normale surfboard. E' presente ovviamente una maniglia incavata per facilitare il trasporto della tavola. Da segnalare che, al contrario della versione 2013 della tavola da noi testata, il modello 2014 prevede la presenza di una maniglia migliorata con cornice interna che assicura una presa assai più salda. A corredo del 7’7’’ PRO un set di pinne Thruster costituito da una pinna centrale US Box 140 e due laterali M 4.5’’ con attacco FCS. Le pinne sono nel complesso di buona qualità ed adatte al target di impiego della tavola. In definitiva, a parte il piccolo rilievo sullo "Startouch Finish", la tavola è caratterizzata da una tecnologia costruttiva di primissima qualità, che non è esagerato definire “stato dell’arte” e ben accessoriata a livello di pinne.

  

Performance

Performance

Abbiamo testato lo Starboard 7’7’’x27’’ PRO in condizioni piuttosto diverse con onde che andavano da 50 cm a solidi overhead. Sebbene, come abbiamo visto, la tavola possa essere configurata in assetto Quad, abbiamo scartato questo setup dato che in modalità Thruster si è dimostrata nettamente migliore in tutte le circostanze.

Stabilità – La stabilità laterale è rispettivamente buona e sufficiente per paddle surfer di peso leggero e medio. I SUP surfer pesanti, ai quali NON è destinata questa tavola, la troveranno piuttosto instabile, soprattutto in condizioni di vento e chop.

Row – L’effetto row non costituisce un problema ma occorre adottare una tecnica di pagaiata shortboard per limitarne l’impatto.

Takeoff – Eccellente, grazie alla notevole accelerazione e velocità della tavola.

Ingavonamento – Il tail e nose kick moderati riducono significativamente la tendenza della tavola ad ingavonarsi anche nelle sezioni più ripide.

Carving – Una tavola SUP etichettata esplicitamente come PRO non dovrebbe lasciare nulla a desiderare per quanto riguarda le doti di wave riding, ragion per cui le nostre aspettative su questo versante erano decisamente elevate. Ebbene, lo Starboard 7’7’’ PRO è andato addirittura aldilà di esse fornendo a tutti noi l’impressione di un limite di performance semplicemente dettato dalla abilità del paddle surfer. A parte le doti di stabilità, per definizione non eccelse in questo shape, il primo positivo feedback restituito dalla tavola è quello di essere estremamente veloce, reattiva e al tempo stesso controllabile. La notevoli doti di velocità ed accelerazione di tale shape, presumiamo create dal lift del suo mono concavo che ne caratterizza l’opera viva, si apprezzano non solo in condizioni di onda glassy e ripida ma anche con mareggiate inconsistenti di beach break quando le onde offrono spesso pochissimi istanti per effettuare almeno una transizione degna di tal nome. Queste ultime caratteristiche sono ulteriormente migliorate da  eccellenti caratteristiche di proiezione verticale ed è qui che l’abilità del paddle surfer è messa a dura prova. Infatti,  opportunamente pilotata, è come se la tavola fosse calamitata dalla parte più profonda della sezione ed assecondarla correttamente in questa sua “vocazione” richiede doti tecniche e di lettura dell’onda in possesso solo dei paddle surfer più preparati. In effetti il 7'7'' PRO è piuttosto loose ma al tempo stesso mai al punto di perdere l’appoggio del rail, cioè di scodare nel carving. Anche la guidabilità, o drive, è di tutto rispetto e ciò consente al paddle surfer di disegnare archi con precisione che oseremmo definire chirurgica, anche molto stretti ma sempre controllabili. Un altro highlight del 7’7’’ PRO è rappresentato dal passaggio da un rail all’altro nelle re-direzioni, quasi istantaneo ed ottenuto senza dover esagerare con la pressione dei piedi. Potremmo dilungarci molto e con entusiasmo sulle doti di surfata di questo shape e quindi ci limiteremo a riassumerle con un aggettivo: eccezionali!

Superamento dei frangenti – Relativamente facile per paddle surfer leggeri e di peso medio. Piuttosto complicato per i pesanti.

Nose riding – Acquistate un’altra tavola!

Target di impiego – No amateurs! Si tratta di una tavola destinata solo ed esclusivamente ai paddle surfer esperti per il Progressive New School SUP Surfing.

Condizioni ideali – Onde ripide dal metro in su rappresentano il campo ideale di impiego del 7’7’’ PRO ma, come abbiamo visto, al netto delle sue non eccelse doti di stabilità, la tavola si comporta egregiamente anche fra onde inconsistenti offrendo spesso la possibilità di effettuare quella fatidica transizione in più rispetto a shape più lenti e/o meno reattivi.

Suggerimenti – In fase di pagaiata mantenete sempre la stance ibrida ed un minimo di abbrivio con vento sostenuto ed acqua increspata. Ciò aiuta a migliorare la stabilità. Non esasperate la pressione dei piedi in surfata. La tavola reagisce infatti istantaneamente e ciò può portarvi ad anticipare troppo il cutback o il backside. Infine, a costo di ripeterci, il 7’7’’ PRO fornisce prestazioni complessivamente migliori in configurazione di pinne Thruster a prescindere dalle condizioni.

Starboard 7,7X25 PRO Review - Bias

Conclusioni

Conclusioni

Una tavola etichettata come PRO potrebbe far pensare ad una esagerazione ma non è il caso dello Starboard 7’7’’ PRO e – presumiamo – di quello delle altre tavole facenti parte di questa linea. Infatti, dopo aver testato per mesi ed in condizioni diversissime il 7’7’’ PRO nella sua declinazione Brushed Carbon, possiamo confermare che si tratta di una tavola che accoppia il meglio della tecnologia produttiva oggi disponibile ad un livello di performance che non è esagerato definire straordinario. Si tratta infatti di uno shape in grado di assicurare un irresistibile mix di velocità, controllo e looseness. Se da quest’ultimo punto di vista, quello cioè dell’agilità, con onde irregolari e poco potenti uno shape Fish in configurazione Quad può risultare complessivamente migliore, va sottolineato che proprio la maggiore velocità del 7’7’’ PRO è in grado colmare, sia pure parzialmente, quel gap rendendo quest’ultima tavola perfettamente utilizzabile anche in tale scenario. Ovviamente tutto questo enorme potenziale in fatto di prestazioni in surfata viene pagato in termini di stabilità laterale, soprattutto in condizioni ventose e chop pronunciato. D’altro canto, ci sentiamo di concludere che si tratta di uno shape in grado di conciliare in modo più che soddisfacente stabilità e prestazioni per paddler di peso leggero e, almeno in parte, medio.

Lo Starboard 7’7’’X27’’X3.8’’ PRO Brushed Carbon è ora la nostra tavola di riferimento nella sua categoria ma occorre sottolineare una volta di più che si tratta di uno shape destinato espressamente ai paddle surfer di livello avanzato di peso leggero e medio.  

Pros Tecnologia costruttiva che rappresenta attualmente lo stato dell’arte – Incredibilmente leggera – Pinne di buona qualità – Eccezionale livello di performance.

Cons Intrinsecamente instabile in condizioni ventose e/o di forte increspatura – Rivestimento Startouch della coperta poco funzionale.


Higlhy recommended

Starbboard SUP Website. Click here

Starboard 7,7X25 PRO Review

e-max.it: your social media marketing partner

Commenti   

 
#30 bigwaterman 2014-10-29 15:10
Sono molto intenzionato a prenderla, ma mi attira anche l'hokua 7.8 2015.
Mah...
 
 
#29 mark 2014-02-26 17:16
Grazie per i complimenti anche a mirksup e suppaolo ma per favore lasciamo perdere le classifiche. Mica c'è un campionato e poi ... fra chi??
 
 
#28 suppaolo 2014-02-26 13:56
A parte il test ottimo come al solito molto carino il video!
 
 
#27 mirksup 2014-02-26 08:12
Complimenti per il test ragazzi. Siete i #1 :-)
 
 
#26 mark 2014-02-25 13:31
Citazione:
Scusate se ve lo faccio notare ma nella versione mobile del sito i tab in alto non sono tutti visibili
Ciao, non ti devi scusare! La visualizzazione in modalità "mobile" è consigliata solo per scorrere le news e raccomandiamo a tutti di passare alla "desktop version" per leggere i review. Saremo più chiari nel piccolo prontuario che stiamo preparando e che pubblicheremo ASAP.
 
 
#25 elgringo 2014-02-25 12:19
Scusate se ve lo faccio notare ma nella versione mobile del sito i tab in alto non sono tutti visibili :-*
 
 
#24 mark 2014-02-24 16:09
Citazione:
No Mark , mi chiamo Giacomo
Scusa Giacomo, mi era venuto in mene il gioco di parole sup e remo, ma pensandoci bene ha un senso anche e solo pensando alla pagaia. Ciao e grazie anche a te per i complimenti!
 
 
#23 sup_remo 2014-02-24 15:02
Mi ero dimenticato , cosa che faccio adesso , di esprimere i miei complimenti per il review della tavola e soprattutto per il video che ora mi sono visto tutto . Vabbè erano scontati ..
 
 
#22 sup_remo 2014-02-24 14:59
Citazione:
Remo, ricordo bene?
No Mark , mi chiamo Giacomo :-* Comunque grazie per la risposta ! Più chiara di così ..
 
 
+1 #21 mark 2014-02-24 14:44
Citazione:
Ma questa tavola è tanto più veloce in surfata di un Gong Angel con onda molto verticale ??
Ciao (Remo, ricordo bene?), si tratta di due tavole diversissime. Per darti un'idea l'Angel, di cui presto pubblicheremo il review, è una eccellente automobile da Rally con trazione 4X4 mentre il 7'7'' è più adatta ai circuiti con trazione posteriore ma in grado comunque di mantenersi veloce anche su terreni accidentati. Non so quantificare il "tanto" ma posso dire che il 7'7'' è senza ombra di dubbio più veloce in surfata dell'Angel nel caso di onda formata e ripida. Considera che, a parte i segmenti del video rallentati, il resto delle clip sono a velocità reale e quindi puoi farti un'idea della velocità di surfata della tavola sulla base di quelle. Hope it helps!
 

Non hai i privilegi necessari per postare commenti