• Meteo
  • Viaggi
  • Reviews
  • Carl Vader Blog
  • Tecnica
  • Annunci Usato
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Forum
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!
Stampa

Naish Wave LE Review. The paddle (R)evolution

Inserito in Reviews

Naish Wave LE Paddle Review

Dopo aver pubblicato a suo tempo il preview della pagaia Naish Wave LE è la volta del completo review di tale interessante pagaia. Leggi tutto: Nuova collezione Hibiscus da Railsaver PRO!

Introduzione

  • Introduzione

Come molti assidui praticanti sanno, l’estrema rigidità delle pagaie full carbon tende ad incrementare il carico di lavoro a livello di schiena e di spalle e ciò non solo tende ad aumentare l’affaticamento ma può in alcuni casi causare infortuni, soprattutto nel corso di session prolungate. Esse offrono tuttavia il migliore rapporto peso/prestazioni anche se, come abbiamo visto poc’anzi, a discapito della flessibilità necessaria a ridurre l’affaticamento e a limitare il rischio di infortuni. Ne deriva che per produrre una pagaia più flessibile senza al contempo sacrificarne eccessivamente le prestazioni, vi sarebbe bisogno di accoppiare il carbonio ad un altro materiale con un grado di flessibilità più elevato ma ugualmente leggero e resistente alle sollecitazioni. Ebbene, il Kevlar risponde in modo totale a tali esigenze.

  • Il Kevlar: resistente, leggero e … flessibile

Il Kevlar, una fibra sintetica inventata negli anni sessanta e brevettata dalla francese Dupont, è oggi usata per la produzione di numerosi articoli per uso civile e militare in virtù delle sue notevoli doti di altissima resistenza alle sollecitazioni, leggerezza ed elasticità. Con una forza cinque volte superiore a quella dell’acciaio a parità di peso, il Kevlar è ovviamente largamente impiegato anche nell’industria delle attrezzature sportive, sia singolarmente che come “ingrediente” in componenti realizzati in materiali compositi, che è proprio il caso della pagaia in esame realizzata in Carbonio e Kevlar. Si tratta probabilmente del binomio in grado di assicurare la massima resistenza alle sollecitazioni, se si pensa che è usato nella realizzazione dei giubbotti antiproiettile!

Caratteristiche

  • Caratteristiche

Prima di parlare delle prestazioni della pagaia, diamo uno sguardo alle sue caratteristiche costruttive partendo dall’impugnatura. Essa, di tipo a “T” tahitiano, è caratterizzata da un rivestimento speciale che contribuisce a migliorarne la presa da parte dello Stand Up Paddler. Il fusto è a sezione ridotta e realizzato in carbonio 100% 3K Pre-preg carbon con rinforzi in Kevlar.  Molto interessante ed apprezzata la presenza di riferimenti per l’eventuale adattamento del fusto all’altezza del paddler. Essi forniscono inoltre delle guide per il perfetto allineamento dell’impugnatura alla pagaia. Altra caratteristica peculiare del fusto della pagaia è rappresentata da filamenti incrociati in carbonio nella sua parte inferiore, quella che viene normalmente impugnata dal paddler. Essi hanno il duplice scopo di rinforzare la pagaia in tale punto cruciale della sua struttura e di renderne la presa più salda. Anche la pala di 615 cm2 (95.3 pollici quadrati) è realizzata in 3K Pre-preg Carbon con rinforzi in Kevlar. Essa è prodotta impiegando machine a controllo numerico (CNC) e stampata con processo ad alta temperatura per assicurarne la migliore resistenza. I bordi sono poi protetti da un rivestimento in polimero ABS. Le caratteristiche fisiche della pala, di larghezza pari a 8’’, dallo shape arrontondato ed angolo di 11° rispetto al fusto, riflettono l’uso wave al quele essa è destinata. Il suo profilo è piuttosto piatto nella parte posteriore mentre in quella frontale è caratterizzato da un angolo leggermente a diedro nella sezione di innesto con il fusto. Il peso riscontrato dell’esemplare di test, lungo 170 cm, è di soli 532 g. La Wave LE è inoltre fornita di custodia imbottita, limitatamente, però, alla sola pala. In sostanza, la qualità della pagaia è  eccellente ed è anche molto bella a vedersi.

Naish Wave LE Paddle

Di seguito il video ufficiale in cui Robby Naish ci introduce alle caratteristiche essenziali della pagaia

Performance

  • Performance

Dopo aver fatto una disamina delle caratteristiche costruttive della Naish Wave LE, passiamo finalmente alle risultanze dei nostril test. Sin dalle prime pagaiate tale pagaia viene percepita come maggiormente flessibile rispetto ad una pagaia full carbon di buona qualità. Si badi, però, non eccessivamente elastica, come è ad esempio una pagaia realizzata in fibra di vetro o, peggio, alluminio. Al contrario, si tratta di un grado di elasticità non tale da sacrificare le prestazioni della pagaia. Molto buona la presa, soprattutto per paddler con mani di grandezza piccola/media in virtù, oltre che della ottima impugnatura a T, della sezione ridotta del fusto, al punto tale che possono essere indossati anche guanti di neoprene nelle giornate più fredde senza problemi di crampi. Paddler con mani piuttosto grandi potrebbero trovare il diametro del fusto eccessivamente ridotto ma possono comunque aumentarlo equipaggiando la pagaia con un paddle grip, come quello, eccellente, prodotto dalla casa ispanica RailsaverPRO, recensito a suo tempo in questo articolo. Dopo ore ed ore di uso nelle condizioni più disparate possiamo affermare che effettivamente la Naish Wave LE consente di ridurre significativamente la fatica non alle spese delle performance. Essa è ben bilanciata ed offre una buona spinta accoppiata ad una cadenza molto buona. In breve, essa offre quella reattività che è essenziale nel SUP Surfing. Nessuna sorpresa anche sulle sue doti di resistenza agli urti. Dopo uso ed abuso le nostre pagaie test sono come nuove!
Tempo quindi di sintetizzare le performance della pagaia, cosa che facciamo di seguito:

Potenza: buona. La larghezza della pala e la sua superficie sono in grado di assicurare una spinta di tutto rispetto. In particolare, sebbene la pagaia sia indicata espressamente indicata dal Produttore per il big wave surfing, essa si è comportata egregiamente anche con SUP shortboard nei beach break mediterranei;
Cadenza: molto buona;
Fluttering: malgrado la sezione del lato di spinta della pagaia sia piuttosto piatto, la Naish Wave LE non presenta una tendenza al fluttering;
Bilanciamento: eccellente;
Peso: molto basso;
Presa: eccezionale, soprattutto per SUP surfer con mani di grandezza piccolo/media.

Bias

Program

Conclusioni e verdetto

  • Conclusioni e verdetto

La Naish Wave LE è per certi versi una pagaia unica, quasi rivoluzionaria e ci è piaciuta da subito. Essa riesce a conciliare ottime doti di presa, erogazione della potenza, cadenza, leggerezza e reattività con un piacevole feedback di morbidezza. Non troppo rigida né troppo elastica, essa ci ha consentito (e ci consente) di spendere ore ed ore in acqua senza problemi di affaticamento prevenendo l’insorgenza di dolori muscolari ed alle articolazioni. Proprio per questo la Naish Wave LE può essere impiegata anche come eccellente pagaia per il SUP Cruising. Unica nota dolente il prezzo, piuttosto elevato ma giustificato dalle prestazioni erogate dalla pagaia.

La Naish Wave LE è una pagaia innovativa, estremamente performante con eccellenti doti di resistenza alle sollecitazioni. Essa consente effettivamente di ridurre la fatica in acqua e quindi ci sentiamo di raccomandarla per il SUP Surfing e Cruising ad appassionati di tutti i livelli.

Pros Eccellente qualità costruttiva – molto leggera e ben bilanciata – presa eccellente per paddler con mani di grandezza piccola e media – ottime caratteristiche di elasticità in grado di ridurre la fatica – potenza buona e cadenza molto buona.
Cons Paddler con mani grandi possono trovare il diametro del fusto troppo ridotto, prezzo elevato.

Higlhy recommended
Per maggiori informazioni/ordini vi invitiamo a visitare il sito del produttore al seguente indirizzo
www.naishsup.com

Naish Wave LE Paddle

 

 

e-max.it: your social media marketing partner

Commenti   

 
#5 Spiderman 2015-04-18 19:09
Mi dite chi la vende e come sono i prezzi ? Io ho provato a cercarla ma pare introvabile
 
 
#4 tesmar71 2014-04-24 10:04
Bella e costosa. Non è una novità, purtroppo.
 
 
#3 mark 2014-04-23 14:06
Citazione:
Che flessione della pagaia nella sesta foto (paragrafo performance)! Non è un pò esagerata?
Ciao a tutti, @AmeFerri: il grado di flessione della pagaia non ne pregiudica le prestazioni anzi, come abbiamo scritto nel review, viene percepito da subito come piacevole. Rispetto ad una pagaia di bassa qualità flessibile è il reflex della Wave LE a fare la differenza, cioè la velocità con cui essa di fatto assorbve la flessione. E non parlo delle eccezionali doti di resistenza della pagaia ...
 
 
#2 AmeFerri 2014-04-23 09:14
Che flessione della pagaia nella sesta foto (paragrafo performance)! Non è un pò esagerata?
 
 
+1 #1 tommyd 2014-04-23 08:43
Innanzi tutto congratulazioni per il consueto perfetto test! Io questa pagaia me la volevo comprare poi mi sono informato sul prezzo: proibitivo. Costasse cento euro di meno..
 

Non hai i privilegi necessari per postare commenti