• Carl Vader Blog
  • Forum
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Meteo
  • Viaggi
  • Tecnica
  • Reviews
  • Annunci Usato
  • starboard
  • Starboard SUP. Click here!
Stampa

Starboard Air Born 7'10''X30'' Brushed Carbon Review

Inserito in Reviews

Starboard Air Born 7,10x30 Review

Dopo mesi di test vi proponiamo il review dello Starboard Air Born 7'10''X30'' Brushed Carbon. Leggi tutto: Nuova collezione Hibiscus da Railsaver PRO!

Introduzione

Introduzione

Alla fine del 2013 Starboard SUP arricchiva il suo già vastissimo catalogo con una nuova linea, la Surf Fish, comprendente tre tavole espressamente destinate al SUP surfer che intende trarre il massimo beneficio da condizioni di onda irregolare, poco potente ed increspata. Stiamo parlando degli Air Born 7’4’’X28.5’’, 7’10’’X30’’ and 7’10’’X31.5’’. Nel corso degli ultimi mesi abbiamo provato il modello intermedio, vale a dire l’Air Born 7’10’’X30’’ nella declinazione Brushed Carbon. Le specifiche tecniche della tavola sono riportate di seguito.

Starboard 7,10X30  - Tech Data

Mark

Shape

Shape

Il nome della linea di appartenenza della tavola, Surf Fish, ne evidenzia le caratteristiche salienti dello shape. Ed infatti, già da un primo sguardo lo Starboard Air Born 7’10’’X30’’ mette in mostra la sua evidente personalità di Fish Surfboard, ovviamente in scala maggiore. Essa è quindi caratterizzata da una prua di tipo rounded-point e da una classicissima poppa moon tail mentre la larghezza massima di 30’’ è raggiunta dall’outline intorno alla sua sezione centrale. Nessuna sorpresa anche per quanto riguarda l’opera viva, caratterizzata da soluzioni già viste in shape similari. Essa infatti evidenzia un mono concavo nella sezione di prua che evolve in un bi-concavo in quella centrale, che a sua volta si attenua per lasciare il posto ad una V nella sezione di coda. E’ nel volume che l’Air Born si differenzia in modo sostanziale rispetto a shape facenti parte dello stesso programma. Tavole di queste dimensioni e destinate ai beach break hanno infatti volumi che spesso eccedono i 120 Lt, mentre l’Air Born 7’10’’X30’’ non va aldilà dei 97 Lt! Con un volume relativamente limitato distribuito su una superficie relativamente ampia, i rail della tavola sono estremamente sottili, con uno spessore massimo di appena 3.5’’! Essi sono inoltre piuttosto arrotondati, leggermente più scolpiti nella sezione di poppa. Infine, la linea scoop rocker è caratterizzata da un moderato Nose e Tail Kick. In definitiva, lo shape è estremamente bilanciato, oseremmo dire classico. A costo di ripeterci, è la volumetria a rendere questa tavola peculiare nei confronti di prodotti similari dei competitor e di altri shape presenti nel catalogo dello stesso produttore thailandese. Vedremo più avanti se tale soluzione progettuale si dimostrerà valida per il target di impiego della tavola.

Starboard 7,10X30 Review

Caratteristiche

Caratteristiche

L’Air Born è disponibile in tre differenti tecnologie: AST Candy, Wood e Brushed Carbon. L’esemplare da noi testato è realizzato nell’ultima, più sofisticata e costosa, di tali tecnologie. Esso è dunque prodotto in carbonio ultraleggero a doppio asse laminato su una struttura sandwich che comprende un foam impermeabile ad alta densità ed un nucleo a cella fusa. In teoria l'impiego di una tecnologia di questo tipo dovrebbe portare ad uno shape estremamente rigido, senza quelle doti di flex assolutamente richieste per assicurare al rider il miglior feedback dalla tavola nel SUP Surfing. Proprio per questo i tecnici Starboard hanno provveduto ad ottimizzare le trame del carbonio in modo tale, dunque, da limitare l’eccessiva rigidità dello shape. Il peso finale della tavola con pinne è limitato ad appena 6.42 Kg con pinne, rendendola di fatto una delle più leggere fra quelle da noi testate fino ad oggi. A livello di accessori essa non è dotata di alcun pad in quanto la coperta è trattata con una speciale finitura che dovrebbe assicurare un soddisfacente grip al paddle surfer. Parliamo dello "Startouch Finish" che a nostro avviso non rappresenta però una soluzione soddisfacente e quindi raccomandiamo almeno l’acquisto di un buon Tail Pad e di applicare wax sulla coperta come su una normale surfboard. E' presente ovviamente una maniglia incavata per facilitare il trasporto della tavola. Essa è stata notevolmente migliorata rispetto a quella che equipaggiava tavole Starboard fino allo scorso anno. Infatti essa presenta una doppia cornice interna atta a facilitare il trasporto della tavola anche con mani bagnate. Sono tuttavia da segnalare alcuni problemi occorsi ai primi esemplari delle tavole Starboard equipaggiate con questa nuova maniglia, segnatamente la presenza di alcune piccole crepe nell’area di innesto della maniglia stessa ma nel frattempo Starboard ha ormai risolto il problema nei nuovi lotti di produzione. La tavola è equipaggiata con un set Quad di pinne “Red Hexcel” (2 M4.7’’ anteriori 2 M4.5’’ posteriori) di buona qualità ma può all’occorrenza essere configurata in modalità Thruster acquistando una pinna centrale per scassa con slot FCS ed usando come pinne laterali le M4’7’’ o in alternativa le M4.5’’ in base alle proprie preferenze/peso. Nel complesso la tecnologia costruttiva della tavola è eccellente.

  

Performance

Performance

Abbiamo testato l’Air Born 7’10’’X30’’ in beach break con onde che andavano da 50 cm a circa due metri.

Stabilità – La stabilità laterale è molto buona per paddler di peso leggero e medio, tutto sommato buona anche per i paddle surfer pesanti ma questi ultimi dovrebbero comunque prendere in considerazione il fratello maggiore dell’Air Born 7’10’’X30’’, quello cioè largo 31.5’’.

Row – Piuttosto limitato. E’ quindi possibile raggiungere dall’acqua break lontani senza che ciò comporti troppi problemi nell’effettuare continue correzioni di rotta.

Takeoff – Molto buono in considerazione delle eccellenti capacità di planata di tale shape e al suo peso limitato. Con un paio di pagaiate l’Air Born può in effetti partire senza problemi già su piccole ed inconsistenti onde.

Ingavonamento – Può occasionalmente essere presente nel caso di Late Takeoff su onde molto ripide.

Carving – Per cercare di descrivere l’esperienza di surfata offerta dall’Air Born, i primi aggettivi che vengono in mente sono: performante, facile, capace di perdonare l’errore e molto morbida e fluida anche su onde molto increspate e quindi in presenza di vento.  Scendendo nei dettagli, il passaggio da un rail all’altro nelle re-direzioni è piuttosto veloce, presumiamo grazie alla V presente nell’area di poppa e allo spessore limitato dei bordi stessi, e consente l’effettuazione di turn molto stretti anche con onde formate. Un altro aspetto importante da tenere in considerazione è che la tavola, pur non essendo molto veloce, non è comunque lenta al punto tale da perdere facilmente l’abbrivio ed anzi una delle sue caratteristiche più sorprendenti è che essa si comporta egregiamente, pilotandola più dalla poppa (off the tail), anche a bassa velocità senza impuntamenti indesiderati. Per quanto riguarda l’aspetto della manovrabilità, essa è molto buona per i paddle surfer di peso medio e comunque buona anche per i pesi leggeri. Ad ogni modo, raccomandiamo a questi ultimi, soprattutto se esperti, di prendere in considerazione il modello più piccolo della linea, vale a dire il 7’4’’X28.5’’ ed 85 Lt di volume. Infine, anche se non progettato espressamente per onde potenti e ripide, l’Air Born ci ha convinto anche in queste condizioni, specialmente se configurato Thruster.

Superamento dei frangenti – Molto facile indipendentemente dal peso del paddle surfer.

Nose riding – La prua piuttosto larga, sia pure non troppo voluminosa, fornisce comunque una buona stabilità per i nose trick, a patto che il paddle surfer sia di peso leggero/medio.

Target di impiego – Stand Up Paddle surfer intermedi ed esperti che frequentano beach break. Anche i principianti del SUP Surfing di peso inferiore ai 65 kg, ma già in possesso di un buon equilibrio, possono apprezzare le doti di facilità dell’Air Born.

Condizioni ideali – Onde di beach break inconsistenti fino a circa 2 metri.

Suggerimenti – Equipaggiare la tavola con un tail pad di buona qualità è raccomandato in quanto esso assicura il massimo livello di prestazioni consentendo di pilotarla con maggiore pressione sulla poppa. A tal proposito, ricordiamo che un tail pad non è solo utile per migliorare la trazione nelle re-direzioni ma anche per sapere, senza guardare, dove il piede posteriore si trova in surfata. Tornando ai suggerimenti, i paddle surfer leggeri possono considerare la sostituzione delle pinne di serie, comunque di buona qualità, con alcune più piccole. Infine, in presenza di onde ripide e formate è preferibile configurare la tavola in modalità Thruster.

Starboard 7,10X30 Review - Bias

Testing the Air Born

Conclusioni

Conclusioni

Praticare lo Stand Up Paddle Surfing fra onde irregolari, spesso in condizioni di vento sostenuto e forte increspatura dell’acqua, può essere estremamente faticoso, se non proprio frustrante ma non con lo Starboard Air Born 7’10’’X30’’! Una tavola facile, in grado di perdonare l’errore ma al tempo stesso molto performante specificamente progettata proprio per condizioni lontane dall’essere perfette. Tale shape è comunque nel complesso valido anche in condizioni di onda formata e potente, senza tuttavia raggiungere le prestazioni di shape più stretti. Da punto di vista costruttivo, a parte il prima menzionato problema costruttivo e risolto dal Produttore che ha interessato i primi sample di produzione equipaggiati con la nuova maniglia, lo Starboard Air Born nella declinazione Brushed Carbon è caratterizzato da una notevolissima qualità che accoppia doti di estrema leggerezza ed eccellente performance ad una notevole resistenza agli urti.

Lo Starboard Air Born 7’10’’X30’’ è una tavola estremamente divertente altamente raccomandata a paddle surfer di peso medio che frequentano beach break. Essa è letteralmente in grado di trasformare uscite da dimenticare in divertimento puro. Come tale è ora la nostra tavola di riferimento fra onde irregolari e condizioni ventose.

Pros Tecnologia costruttiva stato dell’arte - altissime performance fra onde irregolari – Buona stabilità – Molto leggera – Pinne di serie di buona qualità.

Cons Startouch deck poco funzionale.


Higlhy recommended

Starbboard SUP Website. Click here

airborn

e-max.it: your social media marketing partner

Commenti   

 
#11 mdona68 2014-07-25 10:28
Complimenti per il review ragazzi. Vi scrivo dagli States dove mi trovo in vacanza non suppistica quest'anno ma va bene lo stesso!
 
 
#10 mark 2014-07-24 19:50
Ciao a tutti, cito Rude per rispondergli:

Citazione:
Per quanto riguarda la stabilità ero curioso di vedere un paragone tra questa tavola e una di lunghezza e larghezza simile, ma con quindici litri in più.
Questo possiamo farlo in futuro senz'altro in brevi test comparativi. Nella fattispecie posso garantire che la stabilità dell'Air Born è molto vicina, se non pari, a quella di tavole di dimensioni simili ma più voluminosi, ovviamente nel caso di paddler di peso leggero e medio.
@elgringo: molto contento che ti sia piaciuto il nuovo format del video. E' solo la prima di una serie di modifiche che interesseranno sia i video stessi che l'assetto dei nostri review.
Ciao :-)
 
 
#9 Rude 2014-07-24 16:00
Citazione mauroz:
Recensione perfetta ma non fa notizia. Non sono molto d'accordo con Rude perchè nel test si dice proprio che la stabilità è molto buona proprio rispetto al volume. E anche sulla surfata mi sembra di aver capito è i bordi sottili fanno una bella diferenza. Mi stavo chiedendo se il gli spezzoni del video con le surfate sono a velocità reale. A me sembra proprio veloce questa tavola!!


Sui bordi sottili OK, ma esistono tavole con la coperta a schiena d'asino che hanno dei bordi sottili (magari solo a poppa dove sono più necessari).
Per quanto riguarda la stabilità ero curioso di vedere un paragone tra questa tavola e una di lunghezza e larghezza simile, ma con quindici litri in più.
Per il resto il test è ottimo e la tavola mi piace molto.
 
 
#8 elgringo 2014-07-24 14:56
Recensione perfetta. Anche onesta pensando ai difetti di produzione delle prime tavole dotate di maniglia a cornice. E mi è piaciuto anche molto il formato ''tematico'' del video.
 
 
#7 mark 2014-07-24 14:14
Ciao a tutti, intanto grazie per aver apprezzato il review. Rispondo ora ad alcune domande che ci sono state poste:

@sup_remo: sicuramente l'Air Born può andare benone nel caso che hai menzionato;
@rude: come osservato da mauroz, abbiamo affrontato il dicsorso sulla stabilità e sulle prestazioni della tavola in modo del tutto agganciato alle caratteristiche fisiche del paddle surfer e queste valutazioni sono state riportate nel grafico riepilogativo. Aggiungo che questa tavola è un caso emblematico di quanto la larghezza e lo shape nel suo complesso influiscano sulla sua stabilità laterale assai più di quanto non faccia il suo volume. Un'altra tavola che costituisce un vero e proprio "case study" in tal senso è il Kazuma Tanto 7'6'' che stiamo testando in questo periodo. Ma parleremo diffusamente di ciò nel review che pubblicheremo fra un paio di mesi. Ciao :-)
 
 
#6 mauroz 2014-07-24 12:02
Recensione perfetta ma non fa notizia. Non sono molto d'accordo con Rude perchè nel test si dice proprio che la stabilità è molto buona proprio rispetto al volume. E anche sulla surfata mi sembra di aver capito è i bordi sottili fanno una bella diferenza. Mi stavo chiedendo se il gli spezzoni del video con le surfate sono a velocità reale. A me sembra proprio veloce questa tavola!!
 
 
#5 Rude 2014-07-24 11:48
Forse sono stato distratto nella lettura, ma mi sarebbe piaciuto leggere qualche considerazione sulla stabilità in funzione del volume ridotto e in funzione delle dimensioni fisiche. Stesso discorso per le prestazioni.
 
 
#4 tesmar71 2014-07-24 11:37
Bella tavola e test al top come al solito!
 
 
#3 sup_remo 2014-07-24 09:58
Complimentandom i anch'io per il review avrei una domanda da fare sulla tavola : pensate che per una ragazza di 52 kg. con un discreto numero di uscite fatte con un vecchio hokua 9,6 possa andar bene per migliorare ? Parlo però della versione più economica perchè temo che questa sia fuori budget ..
 
 
#2 tesmar71 2014-07-24 08:37
Mi associo a Gianni!
 

Non hai i privilegi necessari per postare commenti