• Annunci Usato
  • Viaggi
  • Tecnica
  • Carl Vader Blog
  • Meteo
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Reviews
  • Forum
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: mi presento

Re:mi presento 3 Settimane 15 Ore fa #20707

Grazie ancora per tutto.
Sicuramente la prossima stagione sarò meglio equipaggiato e “istruito”. Quest’anno volevo andare in SUP il prima possibile, quindi alcune cose le ho tralasciate ed altre le ho sistemate velocemente alla meno peggio. Ad esempio la tavola non è stata ancora levigata e finita con il trasparente, quindi la superficie è piuttosto porosa e ruvida come rimane dopo il rivestimento con vetroresina (circostanza al momento utile in coperta poiché riduce lo scivolamento, ma dannosa in carena perché crea maggiore attrito quindi maggiore resistenza all’avanzamento).
Comunque non farò gare (a parte, forse, le garette del circolo) e se riuscissi a mantenere una velocità media di 6 km/h su un percorso (turistico) di 10-11 km sarei più che contento. Se poi un giorno vorrò una tavola più veloce ne farò una da 14’ e più stretta possibile in base a ciò che mi insegnerà l’esperienza. Questa è stata più che altro un esperimento, ragione per cui sono rimasto sulla lunghezza (Race) minima di 12’6” e sulla larghezza massima (76,2 cm equivalente a 30”) che potevo ottenere tagliando a metà il foglio di compensato (largo 153 cm) in modo da avere meno scarto possibile.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:mi presento 2 Settimane 6 Giorni fa #20708

Il mio Mako é un 12.6.
Se hai un Moki poi in zona dacci pure un occhio.Circa la pinna io monto un FCS per cruising/touring.
Ha poca direzionalitá ( per girare devo andare in poppa cosí allegerisco la prua e viro) ma in mare é un binario , in pratica riesco a fare una decina di pagaiate consecutive per lato.
Comunque sperimenta ancora , noi seguiamo
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re:mi presento 2 Settimane 5 Giorni fa #20709

Grazie per l’interessamento. Allora intanto continuo a scrivere, sperando di non annoiarvi o di sembrare troppo cervellotico :blink: :woohoo:
Se cambi lato dopo 10 pagaiate essenzialmente per ragioni di stanchezza fisica, allora ok. Avrei un chiaro riferimento per fare dei confronti.
Se invece cambi perché devi compensare anche il fuori rotta, allora credo che la questione andrebbe approfondita.

Essendo io di formazione tecnica (ed anche molto pignolo, ma non ditelo a nessuno.... ;) ), mi sono divertito ad esaminare, attraverso AutoCAD, la traccia GPS dell’ultimo uscita.
Ho scelto un tratto dell'andata (v. mio intervento precedente) di circa 500 mt. tendenzialmente rettilineo perché parallelo agli scogli, avendo così anche un buon riferimento per la misura delle distanze reali.

traccia500.JPG


Premetto che ho sempre cambiato lato mediamente ogni 5 pagaiate perché stimavo che il fuori rotta diventava significativo (il tragitto rettilineo è più breve di quello serpentino o a zig-zag).

Attraverso il CAD (1) ho verificato che questo fuori rotta era normalmente tra i 10° e i 15°, ma sinceramente non ho la più pallida idea di quanto fuori rotta vadano le altre tavole, incluse quelle più direzionali, ovviamente tenendo conto non solo del numero di pagaiate (che è abbastanza relativo) ma anche delle distanze percorse tra un cambio e l’altro che è un valore più obiettivo (le mie erano circa 20 mt).

traccia-500analisi1.jpg


traccia-500analisi2.jpg



(1)
riga nera > percorso effettivo serpentino
riga rossa > percorso tendenzialmente rettilineo
in fucsia > angoli di fuori rotta (rispetto al percorso rettilineo) al momento di cambio lato
il blu > metri percorsi tra un cambio di lato e l’altro
Ultima modifica: 2 Settimane 5 Giorni fa da SUPnormale.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3
Moderatori: Puukoa2019
Powered by Forum Kunena