• Carl Vader Blog
  • Street SUP the best crosstraining sport for SUP Surfing
  • Annunci Usato
  • Viaggi
  • Forum
  • Reviews
  • Tecnica
  • Meteo
Stampa

12/06/2020

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Litorale di Latina Cancun
Vento: Ovest Sud/Ovest 10/16 Nodi
Onda: 0,70 cm
Tavola: Groove Skate L
Ala: Flysurfer Sonic 2020 11 m

Il giorno 10 Giugno una inattesa piccola mareggiata ha raggiunto il litorale pontino, il vento onshore ha soffiato debolmente senza mai raggiungere l’intensità giusta per eseguire con la necessaria potenza turn sul face delle onde. Non ho immagini da mostrarvi poiché il video è risultato di pessima qualità a causa della sabbia umida che si è letteralmente appiccicata sulla lente della GoPro che avevo fissato alle front lines dell’ala. Ed eccomi al 12 Giugno nel quale per la seconda volta il protagonista assoluto è stato il nuovo Flysurfer Sonic 3 11 m, questa volta usato con un combo foil Groove Skate L/MHL Lift 170. Purtroppo poco prima di entrare in acqua il vento aumenta considerevolmente di intensità e mi ritrovo troppo invelato. Cerco di cavarmela come posso riuscendo comunque a mantenere il controllo del Sonic che ha un top end wind range decisamente elevato. Inutile dire che nelle foil jibe non eseguo il down loop di ala, altrimenti sarei stato spazzato via! Con il foil il Sonic 3 11 m esprime eccezionali doti di bolina e velocità. Non è un VMG, riservato specialmente agli atleti, ma posso garantirvi che per un rider alla ricerca di alte velocità ad angoli di navigazione estremi il Sonic 3 (o 2020 che dir si voglia) sarà capace di dare moltissime soddisfazioni con il valore aggiunto di essere un’ala straordinaria per praticare l’airstyle. Insomma per farla breve esco dall’acqua con il sorriso stampato sulla bocca. L’unico rammarico è quello di non aver usato un foil ad AR più elevato e con meno superficie rispetto all’MHL Lift 170 che, di certo, oggi ho portato alle massime velocità mai raggiunte. Ho poche immagini da mostrarvi poiché avevo dimenticato di caricare “a tappo” la batteria della GoPro….ormai sono due session che con le action cam ho un brutto Karma.
Aloha and Godspeed

Stampa

09/06/2020

Inserito in Carl Vader Blog

Spot: Litorale di Latina Cancun
Vento: Ovest Sud/Ovest 10/16 Nodi
Onda: assente
Tavola: Flysurfer Radical 128
Ala: Flysurfer Sonic 2020 11 m

Primo test del nuovo Flysurfer Sonic 2020 (o che dir si voglia Sonic 3) 11 m. Ho già collezionato un numero sufficiente di uscite con il 15 m ed oggi è la volta del “fratellino” più piccolo. Le condizioni di vento non sono ottimali anche perché tra la preparazione e l’ingresso in acqua il vento side onshore cala vistosamente. Ma la curiosità di provare la nuova ala è troppa ed invece di cambiare misura, passando al 15, decido di uscire ugualmente con l’11 m. Da subito l’ala mi fa una eccellente impressione sia in termini di potenza che, soprattutto, di manovrabilità. Mi viene quasi naturale paragonarlo al Soul 12, ala sicuramente dotata di un tiro statico maggiore ma inferiore quanto a manovrabilità in finestra di volo. Con il Sonic 11 sinusoidandolo velocemente si può creare vento apparente in quantità industriale. Per quanto il vento non fosse certo ideale per testarne il lift e l’hang time, devo dire che queste caratteristiche mi sono parse eccellenti e non oso davvero immaginare cosa possa offrire l’11 in condizioni di robusta invelatura. Altra caratteristica che in questo primo test mi ha stupito è la stabilità nel passaggio tra raffica e buco di vento. Il profilo non tende a deformarsi rimanendo stabile. Insomma il nuovo Sonic 11 m mi ha impressionato, volendo proporvi un confronto allegorico direi che se il Soul 12 è una mountain bike il Sonic 11 pare una bici da corsa. Eh sì cari followers stavo dimenticando di accennare una delle caratteristiche strepitose di quest’ala: la bolina, anche con un semplice twin tip di piccole dimensioni si risale il vento velocissimi e con un angolo davvero estremo. Non vedo l’ora di provarlo nel foiling. A presto per ulteriori feedback.
Aloha and Godspeed